Renault Clio presenta un lancio ed un anniversario in modalità LGBT

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Renault Clio presenta un lancio ed un anniversario in modalità LGBT

(Blogmensgo, blog gay del 15 novembre 2019) Renault lancia la Clio V nel 2019 e ne approfitta per festeggiare i quasi 30 anni del suo modello di punta, la Renault Clio, apparsa sul mercato nel 1990. Almeno due pubblicità non sarebbero state senza dubbio diffuse nel 1990: quella con un contenuto LGBT implicito e quella più esplicita. Un'anteprima nelle immagini.

Renault France in modalità turbo, ma non troppo

Una rapida occhiata su YouTube mi convince che le nuove pubblicità di Renault France per la sua gamma di Clio sono oltraggiosamente eterosessuali. Non mal progettate, ma senza novità o particolare immaginazione. E con almeno tre video rappresentati da giocatori del Paris Saint-Germain (Idrissa Gueye, Kylian Mbappé e Thomas Meunier), in altre parole tre ambasciatori di uno sport conosciuto per la sua omofobia. L'unico video che sfugge a tale verdetto, tra quelli che ho visionato, propone allo stesso tempo uno scenario innovativo ed una tematica a connotazione friendly, per non dire militante.

Riconosciamo innanzitutto che questo video in francese non brilla per il titolo, Profitez de l’instant (Approfittate del momento) – niente di più banale dai tempi di Horace.

Tutto inizia con una coppia di sedili contigui che volano nel cielo e i cui occupanti cambiano nel corso dello spot. C'è prima una coppia di donne, una nera e una bianca, la cui intimità è suggerita da un riflesso arcobaleno sull'edificio a fianco. Poi vengono in padre e sua figlia, poi un occidentale mancino ed un orientale, due uomini, forse amici o forse amanti, poi un marito e sua moglie.

Tutte queste belle coppie sui sedili finiscono per atterrare… in una Renault Clio, naturalmente. Salvo per il fatto che le ultime immagini non conservano che la coppia eterosessuale. Un po' friendly, certo, ma non temerario.

Renault UK mette un arcobaleno hollywoodiano nel suo spot

Renault UK, in compenso, celebra il lancio della nuova Clio ed il trentesimo anniversario della gamma attraverso un video senza militanza ambigua. Iniziamo a vederlo…

Ancora una volta, non è il titolo del video 30 Years in the Making | The All-New Renault Clio (Una storia di trenta anni | La nuovissima Renault Clio) a farne l'originalità, ma una storia di tre decenni riassunta in due minuti.

A parte l'abuso di ellissi narrative, la brevità obbligata, questo video non presenta ai miei occhi e alle mie orecchie che punti positivi: belle immagini (il falso grano del primo decennio è voluto), bello scenario, belle interpretazioni… e belle interpreti. Perché la storia si focalizza, come attestano i differenti modelli di Clio che si succedono sullo schermo, sulla trasformazione di un'amicizia infantile in amori adolescenziali e vita in comune - e prolifica - nell'età adulta.

Molte scene brevi si svolgono dentro, sopra, vicino o non lontano da una Clio. Non ho spinto la mia coscienza professionale fino ad indentificare i modelli… di vettura. Per quello che riguarda le modelle umane, il casting è stato semplice: un'inglese rossa e una francese bruna - bambini, poi adolescenti, poi adulte.

È nell'adolescenza che si baciano - almeno nel film - per la prima volta sulla bocca. In una Renault Clio, naturalmente. La giovane francese invia una lettera alla sua amica inglese ed il padre di quest'ultima, dopo averla probabilmente letta, grida a sua figlia, che piange. L'immagine seguente mostra la ragazza inglese assistere al matrimonio di quella francese che non sembra felice di essersi sposata (con un uomo). Divorzia e va a trovare la donna della sua vita.

Dopo un focoso bacio (sulla bocca e in primo piano), le due donne si ritrovano in una Clio dove il sedile posteriore è occupato da un bambino rosso. La macchina viene parcheggiata a casa dei genitori di una delle due mamme e tutti entrano in casa, mentre la mamma rossa chiude questa bella narrazione anticipando la nascita di una seconda bambina (bruna) mostrando il più bello dei sorrisi.

A titolo di credito, lo slogan di Renault UK: Passion for Life (Una passione per la vita). Non avremmo saputo fare di meglio.

Il marchio Renault sarebbe capace di trasmettere un video altrettanto esplicito nel suo Paese di origine, la Francia? La risposta è nella domanda.

Sprite inserisce bollicine LGBT nel suo spot in Argentina

Si può fare qualcosa di ancora più inclusivo della pubblicità di Renault UK? Risposta: sì, se ci si chiama Sprite e ci si rivolge al pubblico argentino o peruviano.

Il 28° Pride di Buenos Aires (o Marcha del Orgullo secondo la terminologia ufficiale) ha invaso le arterie della capitale argentina il 2 novembre 2019. Ed il giorno precedente, la Sprite ha invaso gli schermi con una pubblicità dedicata all'evento. La filiale del gruppo Coca Cola è, in questo caso, rimasta fedele alla sua immagine di convivialità e alla promozione dei valori familiari - ma in un contesto assolutamente LGBT, con la colonna sonora di «You’ll Never Walk Alone», inno all'amore e alla diversità scritto e composto dal mitico duo Rodgers e Hammerstein per la loro commedia musicale Carousel, e resa popolare, tra gli altri, dai tifosi del club di calcio del Liverpool.

Il tipo di feel-good video,che ci piace guardare ed ascoltare in loop…

Il clip può essere riassunto dal suo slogan finale:

Pride: What you feel when someone you love chooses to be free – You’re not alone.
Orgoglio: quello che provi quando qualcuno che ami sceglie di essere libero - Non sei solo.

E in quel momento, le persone che si amano, vanno alla Marcha del Orgullo.

Chi sono queste persone che si amano? Nel clip ne vediamo alcuni con gli occhi pieni di amore: un padre che acconpagna il figlio e il compagno al corteo, una madre che trucca il figlio, una nonna che aiuta il nipote ad indossare l'abito da drag queen (ne approfittiamo per ricordare che Estanislao Fernández, figlio del nuovo presidente argentino Alberto Fernández, è più conosciuto come drag queen e come orgnoglio del padre), dei bambini che offrono un cuore arcobaleno alle loro due mamme.

L'ultima immagine mostra una coppia, unita sotto la bandiera rainbow, raggiungere la parata, raggiungere le altre bandiere arcobaleno e condividere la gioia di essere innamorati. Solo su questa ultima forte immagine, Sprite ha scleto di far apparire il proprio nome-logo.

E, a dire il vero, a cosa somiglia il Pride di Buenos Aires che si prepara con tanto amore? A questo…

 

Ver los otros Tweets de Marcha del Orgullo de Buenos Aires 🇦🇷

Impressionante, vero?

Nel luglio 2019, ma questa volta in Perù, la filiale locale del gruppo Coca Cola aeva fatto uscire un'edizione limitata della Sprite per accogliere il Pride di Lima – la Marcha del Orgullo LGBT+ en Lima. Ed eccone qualche immagine…

…con dei gadget (tute, borse, ecc.) belli quasi quanto i mitici ventagli di MensGo.

Ok, è tempo di andare a cena. Cin cin! (smile da parte delle bollicine)

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg