L’Aide Suisse contre le sida si organizza contro le IST

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

L’Aide Suisse contre le sida si organizza contro le IST

(Blogmensgo, blog gay del 13 aprile 2018) Trent'anni di prevenzione all'AIDS non hanno abolito i pregiudizi e l'ignoranza a proposito delle infezioni sessualmente trasmissibili (IST). A prova di ciò, in Svizzera, si è constatato in un decennio l'aumento dei casi di gonorrea, sifilide, epatite, infezioni da papilloma virus (HPV), clamidia e altre IST. Per questo motivo l'associazione Aide Suisse contre le sida sta coordinando una vasta offensiva di comunicazione e di depistaggio delle IST in tutta la Svizzera. In altre parole, contrariamente agli anni precedenti, lo sforzo non si limita più al depistaggio della sifilide o dell'HIV/AIDS.

La campagna condotta da Aide Suisse contre le sida si rivolge allo stesso tempo agli uomini gay e alle persone eterosessuali. Qui parleremo soprattutto degli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini (o MSM secondo l'acronimo).

Testare il rischio di trasmissione di una IST? È semplice e divertente come nel video qui sotto…

Maggio 2018, fai il test!

Le due componenti principali della campagna contro le IST sono l'informazione e il depistaggio. Ci si può informare sulle IST consultando due siti specifici, quello più generalista di safer sex check (in tedesco, francese, italiano, inglese) lanciato dall'Office fédéral de la santé publique (OFSP) e quello, destinato ai gay, della campagna Starman (in francese, tedesco, italiano). Oltre alle informazioni e alle raccomandazioni sanitarie propriamente dette, i due siti sostengono il depistaggio puntuale o sistematico non solamente del virus da immunodeficienza (HIV), ma anche delle altre grandi IST. Una lista dei centri di consultorio e di depistaggio (in francese, tedesco, italiano) è online.

Da notare che Starman offre agli uomini gay «un depistaggio delle IST batteriche asintomatiche (sifilide, gonorrea, clamidia) per solamente 30 CHF» (25 euro). Sembra costoso, ma in Svizzera, un depistaggio delle principali IST costa tra gli 800 e i 1.000 CHF (da 679 a 848 euro)!

L’Aide Suisse contre le sida ha, inoltre, negoziato con molti laboratori in Svizzera, tariffe da 100 a 200 CHF (da 85 a 170 euro) per il «depistaggio delle principali IST». Presumiamo si tratti delle cinque maggiori IST: HIV, sifilide, epatite (A, B e C), clamidia, gonorrea.

Quali rischi di IST? Un breve questionario vale più di un lungo discorso. ©aids.ch

Perché il depistaggio?

Se il preservativo rimane una protezione efficace contro l'HIV, non costituisce un metodo assoluto per proteggersi. Il rimming, ad esempio, comporta un rischio di trasmissione di HIV – ma anche di epatite B e C – in caso di sanguinamento.

Anche senza sanguinamento, il rimming rischia di trasmettere numerose IST, così come gli altri tipi di rapporti oro-genitali, in particolare la fellatio – anche col preservativo – dopo una penetrazione anale.

Il rischio è tanto maggiore in quanto i sintomi dell'infezione non appaiono immediatamente e possono anche non presentarsi per niente. La persona infettata, ignorando di essere portatrice di una IST, si trasforma, quindi in un vettore di contaminazione.

Lui è un supereroe. e ti dirà se sei a posto o potenzialmente infetto. ©drgay.ch

Quale strategia adottare?

IST come il papilloma virus e le epatiti A e B sono vaccinabili. Le altre IST, compreso l'HIV, non sono che depistabili. È ancora necessario sapere da cosa vaccinarsi e cosa depistare. Da qui l'importanza del questionario preliminare di safer sex check e delle raccomandazioni personalizzate che propone il sito.

I gay sessualmente attivi dovranno fare il depistaggio almeno due volte all'anno, a seconda della frequenza e della diversità delle pratiche a rischio. Il numero di prelievi e il loro costo unitario diminuisce se si realizza un depistaggio simultaneo di diverse IST. Bisogna ancora ricordare che un prelievo di sangue permette il depistaggio dell'HIV o della sifilide, ma che esistono diversi prelievi (urine o tamponi genitali, anali e orali) corrispondenti ciascuno a delle patologie ben precise.

Inoltre, i medici non prescrivono che raramente tutta una gamma di prelievi ed esami in assenza di sintomi, soprattutto se il paziente non confida loro alcun indice rivelatore di pratiche sessuali a rischio.

In breve: a maggio, fai quello che vuoi, ma fai prima il depistaggio – non ti costerà che qualche banconota.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg