La Nuova Zelanda eliminerà le condanne per omosessualità dalle fedine penali

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Nuova Zelanda eliminerà le condanne per omosessualità dalle fedine penali

(Blogmensgo, blog gay del 13 aprile 2018) Il Parlamento neozelandese ha adottato, all'unanimità, il 3 aprile 2018, in terza lettura, un progetto di legge di amnistia che mira a cancellare dai casellari giudiziari le condanne per omosessualità pronunciate prima della depenalizzazione dell'omosessualità nel 1986. Questo progetto di legge era stato annunciato nel febbraio 2017 e, in tale occasione, il ministro per la Giustizia aveva presentato le scuse ufficiali del governo ai gay e alle loro famiglie ferite da queste condanne da altri tempi. L'attuale ministro per la Giustizia, Andrew Little, ha reiterato le scuse ufficiali del governo difendendo il progetto di legge in Parlamento. Ricordiamo che la legge neozelandese proibisce ogni discriminazione nei confronti delle persone omosessuali dal 1993 e che il Parlamento della Nuova Zelanda ha legalizzato il matrimonio gay nell'aprile 2013.

Il ministro Andrew Little ha pubblicamente reso omaggio al lavoro del suo predecessore, Amy Adams, nella gestazione di un progetto di legge, che fa seguito ad una petizione pubblica (che risale, se ben ricordo, al 2011). Nel corso del suo intervento prima della terza lettura parlamentare, il ministro della Giustizia ha smesso di leggere i propri appunti (minuto 5.05 del video qui sopra, o disponibile qui) per dichiarare, commosso, a nome suo. del governo e del Parlamento, di essere…

… sorry to these men who carried the stigma and shame of doing nothing other than expressing the love for the person that they did love. And for the families who have shared the shame and embarrassment as well.
(… dispiaciuto per questi uomini che hanno subito lo stigma e l'onta per non aver fatto altro che esprimere il proprio amore alla persona che amavano. Anche per le famiglie che hanno ricevuto in parte onta e imbarazzo.)

Nello specifico, tutti i crimini e delitti depenalizzati nel 1986 potranno essere cancellati dalle fedine penali a partire dal 2019, sia per i diretti condannati (ne sono ancora in vita un migliaio), sia per le famiglie se i condannati sono nel frattempo morti. La legge dell'amnistia si occupa di cinque tipi di condanne, tra cui «sodomia, indecenza tra uomini e luogo destinato ad atti omosessuali».

Le relazioni omosessuali che potranno ricevere l'amnistia devono necessariamente essere consenzienti e riguardare persone di almeno 16 anni. In altre parole, sono in grado di ricevere l'amnistia solo le condanne per fatti che oggi non sono più punibili.

Il ministro Little non ha negato la pertinenza di un indennizzo, ma ha spiegato che la macchina burocratica da metter in moto sarebbe troppo complessa, nel misura in cui ogni caso è unico. Per tale motivo ha aderito ad una legge di amnistia senza indennizzo, ma con delle scuse inequivocabili:

I would like to apologise again to all the men and members of the rainbow community who have been affected by the prejudice, stigma and other negative effects caused by convictions for historical homosexual offences.
Voglio di nuovo porgere le scuse a tutti gli uomini e ai membri della comunità arcobaleno che hanno subito il pregiudizio, lo stigma e altre conseguenze negative causate dalle condanne per queste convinzioni storiche per reati omosessuali.
(Andrew Little, ministro neozelandese per la Giustizia)

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg