GayKitschCamp lancia un appello alle donazioni e al volontariato

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

GayKitschCamp lancia un appello alle donazioni e al volontariato

(Blogmensgo, blog gay del 13 marzo 2018) L'editore associativo francese GayKitschCamp lancia, dal 2 marzo al 24 marzo 2018 alle 23.59, un appello alle donazioni in modo da aiutarlo a proseguire il suo lavoro di pubblicazione di opere a tematica LGBT. GayKitschCamp cerca un finanziamento partecipativo di 4.000 euro. A dodici giorni dalla fine, non mancano che 595 euro.

GayKitschCamp ed il suo fondatore, Patrick Cardon, ristampano testi del patrimonio LGBT da quasi tre decenni. Ma non qualsiasi tipo di opere o qualsiasi tipo di ristampe.
Ogni ristampa allega un apparato critico e un complemento grafico adattati all'opera e conformi alla formazione universitaria di Patrick Cardon, oggi aiutato da Naïko Larrañaga.
Gli 85 libri ristampati non seguono alcuna regola in particolare, vale a dire che variano dalla poesia al reportage, dal saggio al romanzo erotico e dal Medioevo al Diciannovesimo secolo e alla prima metà del Ventesimo. Quindi, né novità, né libri facili da reperire.

Patrick Cardon e Naïko Larrañaga attendono le donazioni… e la buona volontà. ©GayKitschCamp

GayKitschCamp trova le proprie fonti nei libri antichi e nei vecchi documenti. Non si tratta di (ri)pubblicare l'ultimo romanzo che va di moda. La priorità è verso la rarità e l'originalità di ogni pubblicazione. Da notare anche che la tiratura raggiunge solitamente un massimo di 200 copie e che i collaboratori dell'associazione culturale sono tutti volontari.

E i 4.000 euro? Serviranno a rinnovare il parco informatico dell'associazione e a promuovere il suo lavoro, ad esempio nei saloni specializzati. Precisiamo che tale somma sarà innanzitutto ridotta per dei regali offerti ai contribuenti, ad esempio un libro gratuito per donazioni di 40€ e due libri a partire da 80€.

Per saperne di più sull'associazione GayKitschCamp e sui suoi progetti, in particolare sul calendario delle pubblicazioni del 2018, potete leggere questa intervista a Patrick Cardon su Genre Magazine e questa interessante sintesi redazionale su ActuaLitté.

Dove trovare i libri di GayKitschCamp? Nelle librerie LGBT, naturalmente, ad esempio Les mots à la bouche e Violette & Co, entrambe a Parigi. Anche in alcune librerie online – su ordinazione – è possibile trovare le pubblicazioni dell'editore associativo.

Ci si può anche rivolgere all'editore stesso. Sia attraverso il sito principale, sia sulla sua pagina Facebook. Cercando su Google il nome GayKitschCamp, i primi due risultati corrispondono alla pagina su Wikipedia e a quello che sembra essere il vecchio sito web, www.gaykitschcamp.com, decisamente vecchio e senza aggiornamenti da oltre un decennio.

Per questo motivo, suggeriremo all'associazione di chiedere non 4.000 euro, ma il doppio. Con una prima metà per l'obbiettivo iniziale (rinnovamenti informatico e promozione) ed una seconda metà per rilanciarne la presenza online al livello qualitativo della produzione editoriale. Un vero sito web su WordPress dotato di un modulo commerciale  del tipo di WooCommerce o PrestaShop non sarebbe un lusso, non più di un vero lavoro di SEO (riferimento naturale), ma costerebbe caro tanto più quanto il prestatore sia competente – a meno di non trovare un volontario… competente.

GayKitschCamp si augura di approfittare del finanziamento partecipativo per «migliorare la professionalità della sua equipe». E per cercare, allo stesso tempo, altri volontari.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg