Malta legalizza il matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Malta legalizza il matrimonio gay

(Blogmensgo, blog gay del 20 luglio 2017) Il Parlamento maltese ha convalidato, il 12 luglio 2017, con l'unanimità dei voti tranne uno, un progetto di legge che apre il matrimonio alle coppie dello stesso sesso e legalizza l'adozione da parte di coppie gay e lesbiche. Il Parlamento di Malta aveva legalizzato i PACS e l'adozione omogenitoriale, il 14 aprile 2014, con un voto unanime. E nel dicembre 2016, Malta aveva promulgato due leggi LGBT-friendly.

Qui sotto, un breve reportage di Euronews in inglese dedicato alla legalizzazione del matrimonio omosessuale a Malta:

Joseph Muscat voleva che fosse il primo testo legislativo convalidato dal Parlamento durante il suo secondo mandato come Primo Ministro. Ed è quello che ha fatto. Il progetto di legge è stato depositato in Parlamento da Helena Dalli, ministro degli Affari Esteri e dell'Uguaglianza, dal 24 giugno.

Per lo scrutinio del 2014 sul PACS omosessuale («unione civile»), i 30 rappresentanti del Partito Nazionalista (PN, all'opposizione) si erano astenuti poiché rifiutavano l'approvazione dell'adozione omogenitoriale. Questo 12 luglio, un solo deputato del PN – invocando delle convinzioni religiose – ha votato contro e i 66 altri deputati, della maggioranza come dell'opposizione, hanno votato a favore del matrimonio gay.

La nuova legge entrerà in vigore dal momento della ratifica da parte del presidente maltese. Questa non dovrebbe essere che una semplice formalità, dato che il governo e l'opposizione sono favorevoli.

Il progetto di legge convalidato in terza lettura dai rappresentanti del popolo modifica la precedente legge sul matrimonio, quella sui PACS, così come diverse disposizioni del codice civile, del codice penale, ecc.

In termini pratici, i diritti e i doveri delle coppie omosessuali sposate sono allineati a quelli delle coppie eterosessuali. Formule e formulari ufficiali abbandoneranno i vocaboli di genere (marito e moglie) a favore di una terminologia di genere neutro (sposo, il sostantivo inglese spouse è sia maschile che femminile), quindi applicabile indipendentemente dal genere o dall'orientamento sessuale di futuri coniugi e genitori adottivi.

Questa legge sul «matrimonio per tutti» introduce anche una novità per le coppie eterosessuali sposate, in quanto la sposa non è più tenuta ad adottare il cognome del marito. Non si parlerà più di nome da sposare (maiden name) ma di nome di nascita (surname at birth).

Anche i procedimenti e la terminologia in materia di adozione saranno modificati. Non si dovrà più dire padre e madre, ma genitori. Nel caso di coppie lesbiche, ci sarà da un lato la persona che ha dato la nascita (the person who gave birth) e dall'altro lato l’altro genitore (the other parent).

Da segnalare che 141 coppie omosessuali si sono unite in PACS a Malta e che 22 coppie maltesi dello stesso sesso l'hanno fatto all'estero, dal 2014. Per quanto riguarda le coppie eterosessuali, che sole avevano diritto fino adesso al matrimonio, il numero di matrimoni  civili supera dal 2016 il numero di matrimoni religiosi celebrati a Malta.

Per finire, ecco un estratto dei festeggiamenti la sera del voto, dove Claudia Faniello – rappresentante di Malta al concorso Eurovision 2017 – interpreta una canzone brandendo una bandiera arcobaleno (attenzione, la qualità dell'audio è piuttosto mediocre):

Giusto prima dello spettacolo in Castille Square e organizzato da lungo in breve tempo, il Primo ministro, la ministra per l'Uguaglianza, il Ministro delle Finanze, molti deputati del partito al potere ed anche il capo dei deputati dell'opposizione, hanno fatto un giro intorno al podio, in compagnia dei membri del Consiglio Consultivo LGBTQI di Malta, dove sono stati calorosamente accolti da una folla di persone eterosessuali molto friendly e di persone LGBT.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg