Primi matrimoni gay in Finlandia

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Primi matrimoni gay in Finlandia

(Blogmensgo, blog gay del 10 marzo 2017) I primi matrimoni omosessuali in Finlandia sono stai celebrati il 1° marzo 2017, con l'entrata in vigore della legge del 12 dicembre 2014 che legalizza il matrimonio gay e lesbico. Tale legge era stata definitivamente confermata con la votazione della Dieta nazionale della Finlandia (Eduskunta), il 16 febbraio 2016. Una votazione dei parlamentari ha anche bocciato, il 17 febbraio 2017 con una larga maggioranza, una petizione che mirava a silurare la legge sul matrimonio gay. La Chiesa luterana di Finlandia milita ancora apertamente contro il matrimonio gay rifiutandosi di adattare la propria liturgia, nonostante questo le faccia perdere molto fedeli.

La legge sull'uguaglianza del matrimonio civile conferma alcune disposizioni specifiche ai PACS istituiti nel 2002, in particolare sulla possibilità di prendere il cognome del coniuge. Non saranno più celebrati PACS omosessuali, poiché questo statuto matrimoniale cede il passo al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Ma siccome la trasformazione dei PACS in matrimoni non è automatica, bisognerà fare domanda per ottenerla.

Un'aurora boreale in Finlandia? No, dei preti arcobaleno finlandesi! ©sateenkaaripapit.wordpress.com

L’altro grande risultato della nuova legge concerne la possibilità per le coppie omosessuali sposate di adottare bambini, cosa che non era permessa col regime dei PACS (o «unione registrata» secondo la terminologia ufficiale).

Non meno di 41 coppie gay e lesbiche avevano programmato di sposarsi all'entrata in vigore della legge sul matrimonio per tutti, con la maggior parte delle celebrazioni programmate nella capitale Helsinki per la prima settimana di marzo.

Anche se la gerarchia luterana è apertamente ostile al matrimonio tra persone dello stesso sesso, il collettivo Sateenkaaripapit («Preti arcobaleno») riunisce ministri di culto ed officianti della Chiesa luterana evangelica di Finlandia che accettano di – o meglio militano per – sposare coppie di gay e lesbiche. Le «proposte spontanee» della liturgia nuziale omosessuale inglobano un totale di sette lingue: finlandese ed estone (due lingue molto simili), svedese, inglese, tedesco, francese e anche il linguaggio dei segni.

I pastori dissidenti impongono tuttavia una doppia condizione per questa benedizione nuziale:che almeno uno dei due coniugi sia luterano e che l'altro appartenga ad un'obbedienza cristiana.

Tom of Finland: ventisei anni dopo la sua morte, ottiene il riconoscimento iconografico supremo. ©Tom of Finland Foundation.

Da notare che dal 6 febbraio 2017, in previsione dell'entrata in vigore della legge sul matrimonio per tutti, le 54 emoj ufficiali della Finlandia includono un'icona dedicata a Tom of Finland. E' con questo pseudonimo che Touko Laaksonen (1920–1991), instancabile difensore dei diritti LGBT, è diventato l'artista finlandese più conosciuto al mondo – no, non considero il pilotare automobili come una disciplina artistica. :mrgreen:

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg