Gibilterra legalizza il matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Gibilterra legalizza il matrimonio gay

(Blogmensgo, blog gay del 2 novembre 2016) Il Parlamento di Gibilterra ha convalidato all'unanimità dei 15 votanti presenti, un progetto di legge che autorizza il matrimonio civile tra persone dello stesso sesso. L'assenza di due parlamentari sembra essere il risultato di una coincidenza senza nessun rapporto con l'oggetto della votazione. Per entrare in vigore, la legge sul matrimonio per tutti a Gibilterra deve ancora – semplice formalità – essere convalidata dalla regina d'Inghilterra.

E' stato a metà agosto che il governo aveva presentato il progetto di legge sul matrimonio tra coppie dello stesso sesso. Ma non si tratta di un'uguaglianza vera e propria di tutte le coppie nei confronti del matrimonio. In effetti, il progetto di legge contiene una disposizione che autorizza espressamente gli officianti di stato civile a non celebrare personalmente un matrimonio gay o lesbico se ciò contravviene alle proprie convinzioni personali, in particolare religiose; in questo caso, i refrattari possono chiedere di essere sostituiti da dei colleghi più friendly.

Qui sotto, un lungo riassunto del dibattito parlamentare, in particolare riguardo al diritto di un rappresentante dello Stato di rifiutarsi di celebrare un matrimonio gay o lesbico:

[arve url="https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=oGlrbm8CWEQ"]

Il solo dibattito contraddittorio – cioè conflittuale – verteva sull'autorizzazione a chiedere di non celebrare un matrimonio omosessuale. Alcuni hanno considerato che la legge deve essere imposta a tutti, poiché nessuna eccezione può giustificare che un rappresentante delle autorità possa sottrarsi per convinzioni personali. L'emendamento che vieta agli officianti di stato civile ogni rifiuto di celebrazione è tuttavia stato rigettato con undici voti contro quattro.

Le persone che lo desiderano possono quindi rifiutarsi di celebrare un matrimonio civile tra due persone dello stesso sesso. Il testo non riguarda in alcun modo i matrimoni religiosi. Ogni ministro di culto potrà, a suo discredito, accettare o rifiutare di celebrare in modo religioso un matrimonio tra due uomini o due donne.

La legge del 28 marzo 2014 sui PACS (o unione civile secondo la terminologia ufficiale) rimane per il momento in vigore. Ignoriamo se la legalizzazione del matrimonio gay e lesbico implichi la scomparsa del PACS a Gibilterra. In attesa della ratifica della legge, «a Gibilterra, il matrimonio [è] tra un uomo ed una donna».

Enclave di 7 km2 situata all'estremità sud della Spagna, la penisola rivendica 32.000 abitanti e fa parte dell'Unione europea, anche se attraverso uno statuto speciale. Gibilterra, d'altra parte, è il solo territorio dell'oltremare britannico ad essere membro dell'UE – e lo resterà, poiché il 95% degli abitanti di Gibilterra si sono pronunciati contro la Brexit.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg