Negli Stati Uniti si censurano gaiamente i libri LGBT

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Negli Stati Uniti si censurano gaiamente i libri LGBT

(Blogmensgo, blog gay del 29 settembre 2016) L’Associazione americana delle biblioteche (ALA) organizza, dal 25 settembre al 1o ottobre 2016, la sua tradizionale Banned Books Week (settimana dei libri censurati). Se ne parliamo qui, è perché i libri con tematiche gay, bisessuali, lesbiche, trans o LGBT in generale sono spesso, se non sistematicamente, censurati dalle biblioteche pubbliche e scolastiche negli Stati Uniti.

Quest'anno, l’ALA ha compilato una lista in ordine alfabetico di 58 libri tra quelli più frequentemente «contestati», in altre parole censurati oppure oggetto di segnalazioni in quanto «coloro che li contestano preferirebbero non vedere» persone e tematiche evocate in questi libri. Persone e tematiche che includono tutto ciò che è rappresentato nella sigla «LGBTQIA», a cui bisogna aggiungere la diversità di genere, il colore della pelle, gli handicap e le minoranze etniche, culturali e religiose.

Un logo molto… friendly. ©bannedbooksweek.org

Un logo molto… friendly. ©bannedbooksweek.org

Le segnalazioni in questione provengono da genitori degli studenti, insegnanti, autorità amministrative o anche dai bibliotecari. La decisione della censura viene presa – o subita – dai bibliotecari o dalla direzione degli istituti.

La top 10 dei libri più censurati nel 2015 conferma le direzioni indicate poco sopra. Certo, non si trova più il libro per bambini And Tango Makes Three (E con Tango fanno tre), che aveva dominato la classifica per quattro anni di seguito (articolo di BlogMensGo.fr) nel primo decennio del nostro secolo e che figura ancora nella lista alla posizione 58. Ma almeno altri due libri fanno esplicitamente riferimento all'omosessualità e sono senza dubbio stati censurati per questo motivo:

  • Beyond Magenta: Transgender Teens Speak Out, di Susan Kuklin (n° 4)
  • Two Boys Kissing , di David Levithan (n° 10)

Nella pagina della top 10 sono menzionati altri link relativi alla censura di libri negli Stati Uniti. Ad esempio la pagina dei 97 grandi classici anglofoni più sovente contestati o vietati negli Stati Uniti (in pratica, solamente libri del XX secolo. Ossia circa il 97% dei libri considerati dagli americani stessi come i più grandi capolavori del secolo scorso.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg