Il 62% degli americani sono favorevoli al matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il 62% degli americani sono favorevoli al matrimonio gay

(Blogmensgo, blog gay dell'8 settembre 2016) Secondo un sondaggio pubblicato a fine agosto 2016 dall'istituto PRRI, il 62% degli americani sono favorevoli al matrimonio gay e lesbico e il 30% ne sono ostili, contro, rispettivamente, il 53% e il 39% dell'agosto 2015. Circa tre quarti degli intervistati (72%) si dicono favorevoli ad una legge contro la discriminazione delle persone LGBT, mentre solamente il 23% si dicono ostili a tale tipo di legge antidiscriminatoria.

Il sondaggio PRRI esamina la situazione politica americana, undici settimane prima delle elezioni presidenziali del novembre 2016, sul trittico convinzioni politiche, credenze religiose e questioni relative a gay, lesbiche, bisessuali e trans. Qui di seguito, non tratto che gli elementi che riguardano l'omosessualità, la sua percezione e le reazioni che suscita negli Stati Uniti.

Matrimonio gay: Sì!

Il tasso di accettazione del matrimonio omosessuale è passato dal 48% al 62% nell'arco di cinque anni. Il gruppo di avversari al matrimonio tra persone dello stesso sesso ha perso un terzo dei suoi componenti e oggi non rappresenta che il 30% degli intervistati, contro il 46% del 2011.

Di fatto, il 26% degli americani – soprattutto tra i democratici ed i cattolici – si dice più favorevole di prima al matrimonio gay, mentre solamente il 6% afferma di essere meno favorevole di prima.

Malgrado questa doppia inversione, l'argomento rappresenta ancora una delle maggiori fonti di divisione. Divisione politica, poiché il 73% dei democratici sono favorevoli al matrimonio gay, mentre il 49% dei repubblicani sono contrari.

Divisione religiosa anche, con opinioni più o meno differenti in base alle convinzioni ed alle obbedienze. Il sostegno al matrimonio gay si attesta all'80% tra atei e agnostici («religiously unaffiliated») e 79 % tra i non cristiani. Due terzi dei cattolici (68%) e dei protestanti non evangelici (66%) sono favorevoli. In compenso, l'avversione la matrimonio omosessuale è evidente nella comunità protestante nera (40%) e ancora di più tra i protestanti evangelici bianchi (59%).

Convinzioni religiose più concilianti

usa1

Mentre il 41% degli americani considerano oggi il matrimonio gay e lesbico come contrario alle proprie convinzioni religiose, lo erano ancora il 51% nel 2013.

Ancora una volta non si tratta che di una media, come si vede nel grafico qui sopra. Le frange più tradizionaliste (protestanti evangelici bianchi e protestanti neri) sono più pronte a considerare il matrimonio gay contrario alle proprie convinzioni religiose.

Una migliore accettazione sociale e politica

Oggi, il 65% degli intervistati (contro il 51% del 2011) giudicano che il matrimonio omosessuale sia socialmente accettabile. A malapena un quarto dei soggetti che hanno risposto (23%) persistono nel dire che il matrimonio tra persone dello stesso sesso sia socialmente inaccettabile, ossia 20 punti percentuali in meno rispetto al 2011.

La questione del matrimonio gay è diventata una questione politica, ma non nella stessa direzione di prima. Oggi sono il 44% (il 56% tra i democratici) a dire che rifiuterebbero di votare per candidati ostili al matrimonio gay, mentre il 22% ci penserebbe due volte prima di concedere il proprio voto a tali candidati.

Discriminazione anti-LGBT: NO!

Delle leggi per vietare le discriminazioni anti-LGBT in materia di lavoro e affitto? Sono d'accordo il 72% (cifra quasi immutata in rapporto al maggio 2015), mentre il 23% rifiuta delle leggi contro la discriminazione omofoba e transfobica.

Il consenso è fortemente condiviso, indipendentemente dalle convinzioni politiche (fino al 78% tra i democratici) e religiose.

Un piccolo commerciante può invocare le proprie convinzioni religiose per rifiutarsi di servire dei clienti gay, lesbiche, bisessuali o trans? Circa due terzi (63%, ma fino all'80% tra i democratici) degli intervistati stima che tale motivo sia illegittimo, ma circa un terzo (30%) lo giudica legittimo.

Solamente i protestanti evangelici bianchi risultano divisi su tale questione. Una larga maggioranza, tra le varie obbedienze religiose, rifiuta ogni discriminazione omofoba su pretesto religioso.

Nelle toilettes la discriminazione trans!

usa2

Le recenti leggi mirano ad interdire alle persone trans l'utilizzo di toilettes pubbliche che non  corrispondono al sesso biologico di nascita hanno suscitato diverse controversie. Certo, il 53% degli intervistati si oppone a tale legge, ma un 35% è favorevole.

Ancora una volta, come mostra il grafico, la divisione politica è molto netta. Da notare che la questione divide i repubblicani a metà (44% ciascuno).

Cos'è la discriminazione?

Secondo PRRI, ci sarebbe discriminazione e discriminazione. o, più esattamente, uno scarto tra la discriminazione reale e la percezione di tale discriminazione. Salvo che la differenza è comparabile, in materia di omofobia, con razzismo e xenofobia.

La discriminazione bersaglia alcuni gruppi di persone? Sì, dicono gli intervistati quando si tratta di neri (60%) e di immigrati (66%). Sempre sì quando si tratta di gay e lesbiche (61%) e trans (65%).

La coscienza di una discriminazione nei confronti di queste categorie di popolazione è molto più forte tra i democratici, sia per quanto riguarda gay e lesbiche (75%), trans (76%), che neri (79%) e immigrati (80%). In compenso, tra i repubblicani, la negazione arriva a cifre di percezione che non superano il 47%.

I preconcetti sono duri a morire, poiché l'80% degli intervistati ignora (e solo il 14% lo sa) che non esiste alcuna legge federale che protegge le persone LGBT contro la discriminazione professionale legata all'orientamento sessuale.

Metodologia. Sondaggio telefonico condotto dal Public Religion Research Institute (PRRI), dal 10 alò 16 agosto 2016, su un campione rappresentativo di 2.014 americani di almeno 18 anni. Selezione casuale e questionario sottoposto, a seconda dei rispondenti, in inglese o in spagnolo.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg