Gay Pride 2016 storico a Montreal

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Gay Pride 2016 storico a Montreal

(Blogmensgo, blog gay del 30 agosto 2016) La settimana del gay Pride di Montreal, o Fierté Montréal Pride secondo la denominazione ufficiale, si è conclusa con una parata che ha battuto ogni record, il 14 agosto 2016, nelle strade della maggiore città del Quebec. Record quantitativi (numero di partecipanti e di spettatori) per questa decima edizione, ma anche e sopratutto qualitativi (personalità politiche, a partire dal Primo ministro canadese).

Secondo le cifre ufficiali, non meno di 5.498 persone hanno marciato nel corteo che ha sfilato davanti a 302.000 spettatori. Ci sono state anche migliaia di mani alzate: musica, animazione e balli si sono fermati alle 14.30 in punto, per tre minuti, e molti hanno scelto di alzare il pugno in memoria delle vittime della sparatoria di Orlando. Il 12 giugno 2016, un uomo armato ha ucciso 49 persone in una discoteca gay, il Pulse.

Ci si può fare un'idea più precisa di questi tre minuti di silenzio – e delle diversità nell'omosessualità – attraverso questo fantastico video, firmato Le Sac de Chips:

Al di là delle cifre, la parata 2016 può essere orgogliosa per la qualità della rappresentanza politica senza precedenti. E' la prima volta che nel corso del mandato, un Capo di Stato o di governo di un Paese del G7 prende parte al corteo ufficiale. In particolare si tratta di Justin Trudeau, diventato Primo ministro del Canada il 4 novembre 2015. Trudeau aveva partecipato a precedenti edizioni della Fierté Montréal Pride, come deputato di Papineau, une circoscrizione elettorale di Montréal. E' comunque la prima volta che un Capo di Stato canadese in carica partecipa ad un Gay Pride.

Justin Trudeau alla Fierté Montréal, come La Liberté guidant le peuple (LGBT) di Eugène Delacroix. ©CPM/Adam Scotti.

Justin Trudeau alla Fierté Montréal, come La Liberté guidant le peuple (LGBT) di Eugène Delacroix. ©CPM/Adam Scotti.

Justin Trudeau non si è accontentato di una breve apparizione alla testa del corteo. Ha anche sventolato più volte una bandiera rainbow, indossando una camicia verde, colore ufficiale dell'edizione 2016. Nel luglio 2016, il Primo ministro aveva fatto un'apparizione ai Gay Pride di Toronto e Vancouver, ma in modo più discreto.

«Questa parata è l'opportunità per riflettere sul lavoro che ci rimane da compiere e, nel 2016, c'è ancora da fare per assicurarsi di capire le voci della comunità gay.»
Justin Trudeau, Primo ministro del Canada

Justin Trudeau. Il Primo ministro canadese è alto, bello, sorridente, atletico e superfriendly. ©CPM/Adam Scotti.

Justin Trudeau. Il Primo ministro canadese è alto, bello, sorridente, atletico e superfriendly. ©CPM/Adam Scotti.

Anche molti altri membri del governo canadese hanno preso parte alla sfilata. Hanno marciato dietro al loro leader, in compagnia di rappresentanti di tutti i partiti politici canadesi, così come Philippe Couillard, Primo ministro del Quebec. Sylvain Gaudreault, apertamente omosessuale e vice presidente del Parti québécois, era presente a nome della sua formazione politica ed a titolo personale.

Qui sotto, un lungo reportage della Fierté Montréal Pride 2016:

Denis Coderre ha partecipato alla parata in quanto sindaco di Montreal. La metropoli intende includere, durante le celebrazioni del 375o anniversario di Montreal, nel 2017, delle scuse ufficiali per le persecuzioni da parte della polizia nei confronti delle persone omosessuali fino agli anni '90. La città di Toronto ha già presentato delle scuse pubbliche nel giugno 2016.

Justin Trudeau, inoltre, intende annullare tutte le sanzioni stabilite prima del 1969 nei confronti delle persone omosessuali a causa del loro orientamento sessuale.

La prossima edizione avrà come denominazione ufficiale Fierté Canada Montréal 2017 (i festeggiamenti dureranno una decina di giorni, dall'11 al 20 agosto 2017). Il Gay Pride non sarà quindi più solamente di Montreal e del Quebec, ma di tutto il Canada, cosa che accredita la doppia eventualità di un'amnistia – o annullamento della pena – retroattiva e di scuse pubbliche ufficiali.

Qui sotto, il teaser ufficiale – o aguiche officielle, come dicono in Quebec – del Montreal Pride 2016. Immagini e colonna sonora sono fantastiche:

La situazione preoccupante dei diritti LGBT in numerosi Paesi non è stata dimenticata. Dei 143 carri – o contingents, secondo la terminologia del Quebec – presenti, la parata è stata aperta in modo fortemente simbolico dal carro rainbow dell'Africa.

Tra le altre personalità famose, la cantante Lara Fabian ha tenuto un concerto speciale per Fierté Montréal. L'edizione 2016 ha avuto come invitati d'onore una coppia di Montpellier, Vincent e Bruno Boileau-Autin, i primi gay ad essersi sposati legalmente in Francia.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg