Un matrimonio gay in North Carolina lacera la Chiesa metodista unificata

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Un matrimonio gay in North Carolina lacera la Chiesa metodista unificata

Due cinquantenni, John Romano e Jim Wilborne, si sono sposati il 23 aprile 2016, in una chiesa metodista di Charlotte, negli Stati Uniti. La cerimonia si è svolta con il beneplacito del pastore Val Rosenquist e dell'ex-vescovo Melvin G. Talbert. Ma i due ministri di culto rischiano la revoca dei la scomunica, poiché la Chiesa metodista unificata (UMC), che considera l'omosessualità come «incompatibile con la parola cristiana», rrifiuta categoricamente di celebrare matrimoni gay o lesbici.

Qui sotto, il matrimonio di Jim Wilborne e John Romano, immortalato su YouTube.

Ricordiamo che Charlotte è la principale città del North Carolina, uno degli Stati più omofobi degli Stati Uniti, come abbiamo recentemente constatato (nel nostro articolo).

Val Rosenquist, 59 anni è un'attivista decisamente friendly, così come la sua chiesa First United Methodist, dove ha appena celebrato un matrimonio gay insieme a Melvin Talbert, che aveva già fatto lo stesso nel 2013.

Talbert, 81 anni, è stato compagno di cella di Martin Luther King per aver osato sostenere che i Neri sono uomini come gli altri.
Questa volta, Rosenquist e Talbert affermano che le coppie omosessuali sono coppie come le altre.

La chiesa dove presta servizio Val Rosenquist accoglie apertamente le persone LGBT dal 2014 e ha votato una risoluzione, nell'agosto 2015, sostenendo la celebrazione di matrimoni gay e lesbici tra le sue mura. Cosa avvenuta adesso con l'unione di John Romano e Jim Wilborne.

La donna pastore e il vescovo hanno pubblicizzato la celebrazione di tale matrimonio gay, in modo da far pressione sulle gerarchie. La conferenza quadriennale dell'UMC, prevista nel maggio 2016 a Portland (Oregon), deve in effetti occuparsi, tra gli altri argomenti, sulla questione del matrimonio religioso delle coppie dello stesso sesso e sull'inclusione di ministri di culto LGBT.

Qui sotto, un'intervista ai due giovani cinquantenni sposati, sperando che il video non faccia i capricci:

Di fatto, una corrente friendly si manifesta più o meno apertamente, da tre anni, tra i ranghi metodisti, compreso tra i vescovi. Un sondaggio, condotto da PRRI tra maggio e dicembre 2015, stima al 53% il tasso globale di accettazione del matrimonio religioso omosessuale per i metodisti. Solo la frangia evangelica si oppone in modo radicale.

Ma la sezione dell'UMC in North Carolina ha ricevuto una denuncia – per il momento anonima – nei confronti del pastore Rosenquist, basata sul fatto che la celebrazione del matrimonio gay è vietata dai testi fondanti della Chiesa metodista unificata. In teoria, Val Rosenquist rischia la revoca dell'incarico. L'ex vescovoTalbert non è menzionato nella denuncia poiché ha svolto tutta la propria carriera in un altro Stato.

L’istruttoria di tale caso può durare fino a tre mesi dopo la deposizione della denuncia.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg