La Chiesa di Norvegia accetta di sposare le coppie gay e lesbiche

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Chiesa di Norvegia accetta di sposare le coppie gay e lesbiche

(Blogmensgo, blog gay del 15 aprile 2016) Il sinodo episcopale della Chiesa protestante di Norvegia, riunito l'11 aprile a Trondheim, ha ufficialmente accettato la celebrazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso. La decisione, convalidata con 88 favorevoli su 115 votanti (senza contare cinque persone assenti), è stata salutata con un'ovazione di gioia.

Una liturgia unica per l'insieme delle coppie (gay, lesbiche, eterosessuali) sarà resa pubblica in occasione del sinodo che si terrà dal 25 al 31 gennaio 2017. A partire da quel momento, i pastori potranno celebrare i matrimoni omosessuali.

[Update del 31 gennaio 2017. Ormai è ufficiale. Leggete gli aggiornamenti alla fine dell'articlo.]

E, subito dopo il voto, è scoppiata un'ovazione. :) (©kirken.no)

E, subito dopo il voto, è scoppiata un'ovazione. 🙂 (©kirken.no)

Il voto dell'11 aprile conferma la posizione assunta, il 30 ottobre 2015, dal sinodo episcopale della Chiesa protestante norvegese. Tale orientamento ribalta una votazione episcopale dell'aprile 2014 contraria la matrimonio omosessuale. La questione del matrimonio tra persone dello stesso sesso si dibatteva tra le istanze della Chiesa protestante di Norvegia dall'ottobre del 1992 (cfr. cronologia in norvegese).

La Norvegia –dove il  protestantesimo beneficia dello statuto di religione ufficiale fino al 2017 – diventa il terzo Paese scandinavo ad autorizzare il matrimonio religioso tra persone dello stesso sesso, dopo la Svezia nell'aprile 2009 (articolo di BlogMensGo.fr) e la Danimarca dal giugno 2012 (articolo di BlogMensGo.fr).

In questi tre Paesi, il protestantesimo è largamente maggioritario in confronto al cattolicesimo (la Chiesa protestante di Norvegia afferma di riunire i tre quarti della popolazione). La Chiesa cattolica ha apertamente combattuto contro il matrimonio omosessuale religioso in questi tre Paesi scandinavi, anche se i pastori che rifiutano di sposare coppie gay e lesbiche beneficiano esplicitamente di una deroga.

In Norvegia, ogni coppia gay o lesbica potrà sposarsi scegliendo la parrocchia, anche se il pastore – o il vescovo – titolare rifiuta di procedere egli stesso alla cerimonia.

Da notare che la Chiesa protestante di Norvegia accetta già l'ordinazione di persone omosessuali. La Norvegia, inoltre, ha legalizzato il matrimonio omosessuale e l'adozione omogenitoriale a partire dal 2009 (articolo di BlogMensGo.fr).

[Update del 31 gennaio 2017. Come previsto e con 83 voti favorevoli e 29 contrari, il sinodo della Chiesa protestante luterana di Norvegia ha adottato, il 30 gennaio, la nuove liturgia che permetterà di celebrare il matrimonio religioso per le coppie gay, lesbiche o eterosessuali a partire dal 1° febbraio 2017 (fonte: lexpress.fr, 30 gennaio 2017).

Le procedure liturgiche dei matrimoni omosessuali ed eterosessuali sono ormai unificate. Non si parla più del futuro sposo e della futura sposa, le denominazioni sono ormai asessuate.

Ogni ministro di culto è libero di (non) sposare le coppie omosessuali. In caso di diniego, un'altra persona officerà al suo posto.

L’altra grande differenza in confronto al voto iniziale dell'aprile 2016, è che il protestantesimo ha perso nel gennaio 2017 lo statuto di religione ufficiale. Lo Stato continua a sovvenzionare in parte la Chiesa protestante luterana di Norvegia, che rimane la principale obbedienza religiosa del Paese (72,9% della popolazione norvegese, secondo un sondaggio del 2015). Ma da allora, il numero dei praticanti e la frequentazione dei luoghi di culto sono in forte ribasso.]

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg