La Svezia e il Regno Unito sono i Paesi più gay-friendly secondo Spartacus

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Svezia e il Regno Unito sono i Paesi più gay-friendly secondo Spartacus

(Blogmensgo, blog gay del 31 marzo 2016) Lo Spartacus Gay Travel Index classifica la Svezia e il Regno Unito al primo posto ex æquo dei Paesi più LGBT-friendly del mondo. Iran e Somalia occupano l'ultima posizione ex æquo della classifica in cui figurano 194 Paesi e/o entità.

Perché la Svezia, perché il Regno Unito? E perché l'Iran, perché la Somalia? La classifica di Spartacus si basa su un totale di 14 criteri ripartiti in tre categorie.

Svezia e Regno Unito in cima… ©Spartacus.

Svezia e Regno Unito in cima… ©Spartacus.

La categoria verde, con possibilità da 0 a +3 in base ai criteri, rileva gli elementi strettamente positivi: leggi antidiscriminazione, matrimonio/PACS, adozione, marketing LGBT ed età del consenso sessuale identica a quella per gli eterosessuali.

La categoria arancione, da -2 a 0, studia dei parametri negativi come l'influenza della religione, le restrizioni per i sieropositivi, le leggi omofobe, l'illegalità dell'omosessualità, il divieto dei Gay Pride e l'ostilità della popolazione.

Infine, la categoria rossa, con possibilità da -5 a 0, tiene conto delle persecuzioni giudiziarie, degli omicidi e della pena capitale nei confronti delle persone LGBT.

Solamente la Svezia e il Regno Unito ottengono un totale di 9 punti. Tra i sette territori classificati terzi parimerito, la Francia compare due volte, poiché Réunion figura nella classifica (così come la Nuova Caledonia, 15a ex æquo). Il dato è discutibile, poiché la classifica non penalizza la Francia per l'omofoba «manif pour tous» trasmessa con compiacenza dai media.

I peggiori non mancano mai, ahimè! ©Spartacus.

I peggiori non mancano mai, ahimè! ©Spartacus.

Nella parte bassa della classifica, il Senegal, di cui recentemente abbiamo parlato a più riprese su questo blog, figura alla 162a posizione. Nessun dubbio che il Senegal presto scenderà ancora di più nella classifica di Spartacus, poiché sta preparando – in un clima particolarmente odioso – una nuova legge severamente omofoba.

Molti Paesi non compaiono nella classifica principale, per mancanza di dato oggettivi. Ma tutti questi Paesi, come Tchad, Niger e Mali, hanno ricevuto recensioni fortemente negative.

I 50 Stati degli Stati Uniti sono, tra l'altro, oggetto di una classifica specifica, dove la California, il Massachusetts e New York ottengono la vittoria con 6 punti a testa. I primi quattro Stati (includendo il Colorado) ottengono tutti il massimo punteggio possibile in base ai vari criteri. E' l'ostilità di una parte della popolazione che fa perdere un punto al Colorado.

Il Mississippi si piazza ultimo nella classifica statunitense con -2 punti, subito dopo l’Alabama e il North Carolina (-1 punto).

I dati presi in esame nella classifica annuale di Spartacus sono aggiornati al 17 febbraio 2016. Spartacus promette degli aggiornamenti periodici senza, tuttavia, precisarne la frequenza. La classifica si basa su diverse fonti relative ai diritti LGBT (in particolare l’International lesbian, gay, bisexual, trans and intersex association, Ilga), ai diritti dell'uomo, a HIV/AIDS, ecc.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg