La giustizia francese rifiuta una menzione amministrativa di «sesso neutro»

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La giustizia francese rifiuta una menzione amministrativa di «sesso neutro»

(Blogmensgo, blog gay del 25 marzo 2016) La Corte d'appello di Orléans (Loiret) ha rifiutato una menzione di «sesso neutro» o «intersex» sui documenti di stato civile di una persona intersessuale. La sentenza del 22 marzo 2016 contraddice una decisione in prima istanza del tribunale di Tours (Indre-et-Loire).

Riassunto dei fatti

Una persona intersessuale, nata a Tours 64 anni fa, fu dichiarata di sesso maschile dai genitori, anche se dispone di una vagina embrionale e di un micropene, ma non di testicoli. Questa persona, che chiameremo «SignorX», ha un aspetto androgino prevalentemente femminile dall'età di 35 anni.

Uomo? Donna? Neutro? Intersessuale? Vittima della burocrazia!

Uomo? Donna? Neutro? Intersessuale? Vittima della burocrazia!

Poi, il Signor X ha seguito – per ragioni mediche – un trattamento ormonale a base di testosterone che gli ha dato un aspetto maschile che lui considera come «puramente artificiale». Si è sposato n el 1993 e la coppia ha adottato un bambino.

Il Signor X, che nono si considera né uomo né donna, ha scoperto la propria intersessualità all'età di 12 anni. La sua identità sessuale non è quindi quella di un uomo, né quella di una donna, né inesistente.

Riassunto del processo

Davanti al tribunale di grande istanza (TGI), a Tours, il signor X ha chiesto che potesse essere presente, su tutti i suoi documenti di identità, la menzione «sesso neutro» o «intersex» in conformità alla propria identità sessuale, vale a dire la sola menzione corrispondente al proprio aspetto fisico principale (maschile), secondario (femminile) e al proprio sentirsi al proprio vissuto (neutro).

Domanda accolta dal TGI di Tours nella decisione del 20 agosto 2015, fatto che costituisce un precedente giudiziario in Francia.

La procura ha fatto appello, affermando che «la legge francese non prevede in alcun modo la possibilità di inserire la menzione “sesso neutro” su un documento di stato civile», ma riconoscendo che la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDH) considera il «diritto all'identità sessuale […] un aspetto fondamentale del diritto al rispetto della vita privata» di ogni individuo.

Mila Petkova, avvocato del Signor X, ha basato le proprie argomentazioni sull'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo relativo al diritto alla vita privata e familiare. L'identità sessuale del Signor X appartiene in effetti alla sfera privata e non ad una decisione pubblica, afferma l'avvocato.

Tra le argomentazioni, inoltre, nessun testo legislativo o regolamentario francese «vieta l'iscrizione di un terzo sesso» e «l'articolo 57 del codice civile non fornisce una definizione precisa di sesso».

La Corte d'appello ha motivato la propria decisione affermando che «la richiesta del Signor X varrebbe a riconoscere, sotto l'apparenza di una semplice correzione ad un certificato di stato civile, l'esistenza di un'altra categoria sessuale».

In più, hanno giudicato i magistrati, ogni cambiamento di stato civile sarebbe per il Signor X «in contraddizione con il suo aspetto fisico ed il suo comportamento sociale».

Azioni legali

Il Signor X, secondo il suo avvocato, vuole andare «fino in fondo» con la procedura, «perché si tratta della propria vita privata». Porterà quindi la questione davanti alla Corte di cassazione. E, in caso, davanti alla CEDH.

«Così come è stata enunciata, tale decisione [della Corte d'appello] costituisce una violenza supplementare – ed inutile – imposta all'imputato in ragione, ancora una volta, solamente del suo stato di intersessualità», hanno commentato gli avvocati Mila Petkova e Benjamin Pitcho in un comunicato.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg