MI5, il datore di lavoro britannico più LGBT-friendly

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

MI5, il datore di lavoro britannico più LGBT-friendly

(Blogmensgo, blog gay del 22 gennaio 2016) Un quarto di secolo dopo aver aperto le assunzioni a personale LGBT, l'MI5 (servizi segreti responsabili della sicurezza interna) è diventato il datore di lavoro più gay-friendly del Regno Unito, secondo la classifica pubblicata il 18 gennaio 2016 dall'associazione Stonewall.

Il Workplace Equality Index (Premi dell'uguaglianza sul luogo di lavoro) creato da Stonewall classifica 100 aziende che operano nel Regno Unito, su un totale di 415 aziende (che rappresentano 60.506 collaboratori) che si sono iscritti volontariamente per partecipare alla premiazione 2016.

Uscire allo scoperto sul posto di lavoro? Ehm, no, non subito. ©Stonewall.

Uscire allo scoperto sul posto di lavoro? Ehm, no, non subito. ©Stonewall.

La formazione, l'avanzamento di carriera, le pratiche di assunzione e di socializzazione, la creazione di reti e l'impegno nei confronti della comunità LGBT sono alcuni dei 10 criteri di apprezzamento di cui ha tenuto conto Stonewall.

L'MI5 non viene recensito nella classifica di Stonewall che dal 2012. Nel 2013, l'MI5 (le cui missioni comprendono anche la lotta al terrorismo) era già alla 25a posizione e, due anni più tardi, al 7o posto della classifica di Stonewall.

Da notare che la marina militare (Royal Navy) si classifica 10a, che l'esercito è al 32o posto e che l'MI6 (servizi segreti che si occupano della sorveglianza estera e del controspionaggio) occupa la 36a posizione della classifica 2016. Anche dodici servizi di polizia fanno parte della classifica.

La vittoria ottenuta dall'MI5 è la ricompensa di una politica di reclutamento, di formazione e di mobilità interna molto attenta al benessere degli impiegati, in particolare delle persone LGBT, in un reale impegno alla diversità. Il personale dell'MI5 include 70 gay e lesbiche, che hanno creato una propria rete sociale interna. E l'azienda non esita ad issare la bandiera arcobaleno per omaggiare il Pride londinese.

Perché una tale politica delle diversità presso un datore di lavoro che non assume collaboratori gay, lesbiche, bisessuali e trans che dal 1991 e che non ha forgiato una politica LGBT-inclusiva che a partire dal 2008? La risposta è semplice. I servizi di di intelligence intervengono su ogni tipo di caso, quindi hanno bisogno di ogni persona capace di gestire al meglio questi casi.

“We rely on the skills of the most talented people whoever they are, wherever they may be.”
Andrew Parker, patron dell'MI5
(«Ci avvaliamo delle competenze delle persone più talentuose, chiunque siano e dovunque lavorino»).

Il gruppo bancario Lloyds e l'Assemblea nazionale dei Paesi del Galles completano il podio dei datori di lavoro britannici più LGBT-friendly. Il settore terziario – in particolare gli istituti bancari – e le collettività locali sono particolarmente ben rappresentati nella Top-100 di Stonewall.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg