L’entrata in vigore taroccata dei PACS in Estonia

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

L’entrata in vigore taroccata dei PACS in Estonia

(Blogmensgo, blog gay del 7 gennaio 2016) Il PACS (unione civile) omosessuale è diventato legale a partire dal 1o gennaio 2016 in Estonia. Ma dopo più di un anno dal voto parlamentare e nonostante l'entrata in vigore, la legge sul PACS non è ancora applicabile a causa della mancanza di una risistemazione regolamentaria e giuridica.

Estonia non ancora ufficialmente friendly. ©VisitEstonia.com.

Estonia non ancora ufficialmente friendly. ©VisitEstonia.com.

Ricordiamo che il Parlamento estone ha convalidato la «legge 650 SE sulla coabitazione» il 9 ottobre 2014 (nostro articolo). Il testo prevedeva anche alle coppie unite in PACS di adottare i figli del coniuge.

Le coppie dello stesso sesso potevano quindi già unirsi in PACS da questo momento. Ma la risistemazione giuridica non è stata portata a termine, e le autorità raccomandano alle coppie gay e lesbiche di rinviare la propria unione.

La Camera estone dei notai precisa che permangono incertezze legali in materia di divorzio e di eredità. Pertanto, è previsto di accordare alle coppie unite in PACS un regime di successione meno vantaggioso rispetto a quello delle coppie sposate.

La data in cui verranno messi in conformità il PACS e la relativa regolamentazione non è stata precisata. Certo, l'Estonia rimane il primo Paese baltico e la prima ex-repubblica sovietica ad aver votato la creazione di un PACS omosessuale. Ma il Paese non è ancora, de facto, il primo di questo blocco ad averlo effettivamente applicato.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg