Prime statistiche sul matrimonio gay in Inghilterra e Galles

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Prime statistiche sul matrimonio gay in Inghilterra e Galles

(Blogmensgo, blog gay del 23 ottobre 2015) Dal 29 marzo al 30 giugno 2015, sono stati registrati 7.366 matrimoni omosessuali in Inghilterra e Galles. A cui bisogna aggiungere 7.732 trasformazioni di PACS (civil partnerships) omosessuali in matrimonio, secondo le cifre pubblicate il 20 ottobre 2015 dall'Ufficio nazionale di statistica (ONS).

I matrimoni indiretti (trasformazione di PACS in matrimonio) sono autorizzati dal 10 dicembre 2014. Le cifre stabilite fino a giugno 2015 non corrispondono, quindi, alla stagionalità abituale del matrimonio, poiché non includono il tradizionale picco estivo.

Le lesbiche si sposano più giovani dei gay. ©ONS.gov.uk.

Le lesbiche si sposano più giovani dei gay. ©ONS.gov.uk.

I matrimoni diretti (senza PACS precedente) registrati dal 29 marzo 2014 al 30 giugno 2015 hanno riguardato per il 55% coppie lesbiche e per il 45% coppie gay, con un picco di 844 matrimoni omosessuali nell'agosto 2014. I matrimoni indiretti (dal 10 dicembre 2014 a giugno 2015) hanno unito circa la stessa proporzione di coppie maschili e coppie femminili.

L’età media alla data del matrimonio è di 40 anni tra i gay e 37 anni tra le lesbiche. L'età media alla data del PACS nel 2014 era rispettivamente di 44 anni e 42 anni. I matrimoni tra i 30-34 anni e più ancora tra i 25-29 anni hanno una larga maggioranza femminile, mentre il 68% di quelli maggiori di 65 anni che si sposano con una persona dello stesso sesso sono uomini.

Nel 2012, l’età media degli sposi eterosessuali era di 37 anni tra gli uomini e di 34 anni tra le donne. La differenza di età si spiega, forse, con il fatto che il matrimonio eterosessuale è sempre stato legale e che gli sposi eterosessuali non hanno dovuto attendere – quindi invecchiare – prima di sposarsi.

Il numero di matrimoni diretti tra persone dello stesso sesso è comparabile al numero medio di PACS omosessuali conclusi in precedenza, ossia 5.916 matrimoni dal 1o luglio 2014 al 30 giugno 2015 contro tra i 5.600 e i 6.400 PACS all'anno dal 2009 al 2013.

Il PACS è fortemente diminuito, ma non è scomparso. ©ONS.gov.uk.

Il PACS è fortemente diminuito, ma non è scomparso. ©ONS.gov.uk.

Dal marzo 2015, si sono registrati meno di 1.000 conversioni da PACS omosessuali a matrimonio al mese, contro i 2.401 del dicembre 2014. L’ONS stima che al 30 giugno 2015, solamente il 13% delle coppie unite da PACS avevano trasformato la loro unione in matrimonio.

La stagionalità del matrimonio e quella del PACS sono all'incirca identiche. Ma mentre si avvicinava la legalizzazione effettiva del matrimonio omosessuale, il numero di PACS gay è crollato. La diminuzione nel 2014 in confronto al 2013 è stata mediamente del 70% ed ha avuto un picco dell'82%.

I matrimoni gay e lesbici contratti in Inghilterra e nel Galles riguardano una forte proporzione di uomini (89%) e di donne (81%) che non si erano mai sposati o uniti in PACS in precedenza. Ma il 14% delle donne e l'8% degli uomini arrivavano da un divorzio… con una persona del sesso opposto, nella maggior parte dei casi.

Le statistiche pubblicate dall'ONS non riguardano che l'Inghilterra ed il Galles. Quindi non tutta la Gran Bretagna, poiché il matrimonio gay in Scozia non è arrivato che nel 2015 (o piuttosto dopo il 31 dicembre 2014). Né il Regno Unito, poiché l'Irlanda del Nord non ha ancora legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg