Presto l’uguglianza nell’assistenza sociale per le coppie omosessuali sposate negli Stati Uniti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Presto l’uguglianza nell’assistenza sociale per le coppie omosessuali sposate negli Stati Uniti

(Blogmensgo, blog gay del 27 agosto 2015) I gay e le lesbiche che si sono legalmente sposati con una persona dello stesso sesso potranno beneficiare del diritto all'assistenza sociale in quanto moglie o marito, anche se lo Stato dove sono residenti non autorizzava il matrimonio gay prima della sentenza della Corte suprema del 26 giugno 2015 sul matrimonio omosessuale. Tale misura, annunciata il 20 agosto 2015 da governo americano, avrà un effetto retroattivo.

La data e le modalità esatte dell'applicazione di tale misura restano da precisare. L'amministrazione federale incoraggia tuttavia le persone che stimano di avere tale diritto a depositare la loro richiesta da subito.

Il ministero della Giustizia ha indicato che per le coppie sposate, il beneficio dell'assistenza sociale e delle prestazioni legate è un diritto costituzionale che, dopo la sentenza del 26 giugno, si applica anche alle coppie gay e lesbiche. Reversibilità della pensione, vedovanza, ecc. specificamente per le persone sposate devono, di conseguenza, essere versate indipendentemente dallo Stato dove risiedono i potenziali beneficiari.

Fino a questo momento, i servizi federali dell'assistenza sociale verificavano il luogo di residenza per determinare se una coppia omosessuale sposata poteva pretendere lo stesso regime di una coppia eterosessuale sposata. Se la coppia - o l'avente diritto - viveva in uni degli 11 Stati che non riconoscevano le unioni omosessuali prima della sentenza del 26 giugno, allora il matrimonio era considerato come se non avesse avuto luogo, almeno per quanto riguarda le prestazioni sociali.

La nuova modalità federale, fa seguito ad una doppia denuncia. Una vedova di 63 anni, Kathy Murphy, non aveva diritto alla reversibilità della pensione dopo il decesso della moglie. Un vedovo di 57 anni, Dave Williams, non aveva potuto ottenere né la reversibilità della pensione, né il rimborso delle prestazioni sociali per il marito defunto.
I due querelanti sono residenti in Stati – Murphy in Texas e Williams nell’Arkansas – dove ogni matrimonio omosessuale era considerato senza valore ed i loro rispettivi congiunti sono morti prima del 26 giugno 2015. I due casi, iniziati nel 2014, sono stati difesi da un'associazione LGBT specializzata, Lambda Legal.

All'inizio di agosto 2015, il giudice federale Orlando Garcia ha, inoltre, ordinato al ministero texano della Sanità di conformare i propri documenti amministrativi alla legalizzazione del matrimonio omosessuale entro e non oltre il 24 agosto 2015.

Tali documenti includono i certificati di nascita e di morte. I casi relativi al secondo genitore o al coniuge dello stesso sesso sono stati lasciati vuoti in precedenza. L'amministrazione texana ha giustificato la non conformità dei documenti di stato civile con dei problemi legati ad un fornitore di software.

Le autorità texane non precisano se poi il problema è stato ricolto entro la data limite del 24 agosto.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg