La Corte suprema degli Stati Uniti legalizza il matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Corte suprema degli Stati Uniti legalizza il matrimonio gay

(Blogmensgo, blog gay del 30 giugno 2015) Le coppie gay e lesbiche hanno il diritto di sposarsi in tutti i 50 Stati degli Stati Uniti, ha deciso la Corte suprema in una sentenza del 26 giugno 2015 con cinque voti a favore e quattro contrari.

Qui sotto, la BBC annuncia la buona notizia:

La questione presentata davanti alla più alta istanza giudiziaria non riguardava in origine che quattro Stati (Kentucky, Michigan, Ohio e Tennessee) che vietavano il matrimonio omosessuale e rifiutavano di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso con il pretesto che il matrimonio non può unire che un uomo ed una donna. La Corte suprema ha esteso la portata della propria decisione non solamente a questi quattro Stati, ma ai 50 Stati dell'Unione. Quindi anche all'insieme dei 14 Stati che vietavano fino al momento il matrimonio gay.

Gli oppositori a tale decisione dispongono adesso di tre settimane per contestare la sentenza del 26 giugno. La sua entrata in vigore non sarà dunque immediata. Le sentenze della Corte federale suprema si applicano generalmente 25 giorni dopo la pubblicazione. Ma è probabile che qui e l°, tra i 14 Stati contrari, alcuni funzionari di stato civile avranno a cuore di emanare delle licenze di matrimonio a coppie omosessuali senza attendere la scadenza dei termini per il ricorso.

Il Williams Institute dell’Università della California a Los Angeles stima che ci siano 390 000 coppie omosessuali sposate negli Stati Uniti, ossia quattro coppie omosessuali su dieci. Il matrimonio gay e lesbico è stato legalizzato in 36 Stati, tramite referendum, tramite voto parlamentare o – nel caso più frequente – dopo una decisione giudiziaria.

La sentenza della Corte federale suprema si compone di due decisioni distinte: Il giudice Anthony Kennedy (appoggiato dai colleghi Stephen Breyer, Ruth Bader Ginsburg, Elena Kagan e Sonia Sotomayor) ha redatto la decisione della maggioranza favorevole al matrimonio gay. I giudici Alito, Scalia e Thomas hanno manifestato il proprio disaccordo attraverso la voce del giudice John Roberts.

Commento. Yes! L'hanno fatto! :)

Naturalmente torneremo in settimana su questa decisione storica. Non dubitiamo che nel frattempo, la notizia sia stata celebrata nei numerosi Gay Pride del weekend! Yes! Yes! Yes! :mrgreen:

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg