YES! Irlanda: 1 – Resto del mondo: 0

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

YES! Irlanda: 1 – Resto del mondo: 0

(Blogmensgo, blog gay del 26 maggio 2015) L’Irlanda è diventata il primo Paese al mondo a legalizzare il matrimonio omosessuale tramite referendum. Lo scrutinio del 22 maggio 2015 si è tradotta in una vittoria più larga di quello che lascia supporre il 62% di Sì. La prova è data dalle cifre.

Disposizioni principali

  • Il referendum legalizza il matrimonio civile tra persone dello stesso sesso secondo regole identiche a quello del matrimonio eterosessuale.
  • I ministri di culto non saranno tenuti a celebrare matrimoni omosessuali religiosi.
  • Il matrimonio annulla ogni precedente PACS. Le coppie unite in PACS conservano il loro statuto se non si sposano, quindi nessuna trasformazione automatica del PACS in matrimonio.
  • Il fatto che uno dei due sposi cambi sesso non avrà alcuna incidenza sulla validità del matrimonio.

Tasso di partecipazione

Totale: 60,52%

Questo tasso di partecipazione supera di dieci e venti punti percentuali la partecipazione a precedenti consultazioni referendarie. Una forte mobilitazione che non si può spiegare con la concomitanza di un referendum sull'età minima per diventare Capo di Stato: i tassi di partecipazione ai due scrutini non differiscono che di un centesimo di punto.

Per la cronaca, gli irlandesi hanno rifiutato in massa (73,06%) un abbassamento a 21 al posto dei 35 anni l'età minima per correre per la presidenza.

Risultati dello scrutinio

  • Sì: 62,07%
  • No: 37,97%

Circoscrizioni

  • Totali: 43 (di cui 12 a Dublino e 31 in provincia).
  • Sì: 42
  • No: 1
    Solamente la circoscrizione di Roscommon-South Leitrim ha votato No (à 51,42 %) con un tasso di partecipazione superiore alla media (61,49%).

Deputati

  • Totali: 166
  • No: 2
    Solamente due deputati hanno apertamente militato a favore del No. Tutti i partiti politici, compresi quelli all'opposizione, hanno appoggiato la campagna a favore del Sì.

Calendario provvisorio

  • Maggio - giugno 2015. Votazione di un emendamento costituzionale che modifichi l'articolo 14 della Costituzione. Il matrimonio unirà «due persone senza distinzione di sesso».
  • Giugno - luglio 2015. Scrittura e votazione d'urgenza da partte delle due camere di un nuovo progetto di legge che recepisca il nuovo contesto costituzionale. Gli sposi saranno designati sia come «marito e moglie», sia come «sposo l'uno dell'altro» (in altre parole, coniugi).
  • Ottobre - dicembre 2015. Primi matrimoni gay e lesbici in Irlanda, il termine legale delle pubblicazioni di almeno tre mesi prima dell'effettiva data del matrimonio.

Qualche data simbolica

  • 1993
    Depenalizzazione dell'omosessualità. L’esercito apre il reclutamento ai gay.
  • 2000
    La procreazione medicalmente assistita (PMA) è autorizzata per le coppie lesbiche.
  • 2011
    Il cattolicesimo è la religione dichiarata dall'84% degli irlandesi, ma la loro pratica religiosa si limita la maggior parte delle volte ai tre principali sacramenti.
    Diversi scandali di grande eco (trattamenti degradanti, pedofilia, ecc.) indeboliscono la credibilità della Chiesa cattolica irlandese e fanno diminuire la frequentazione dei luoghi di culto.
  • 2013
    Una legge autorizza l'aborto all'unica condizione che la maternità metta in pericolo la vita della madre. Aborto vietato in tutti gli altri casi, anche se la gravidanza è a seguito di uno stupro o un incesto.

Let There Be Love!

E adesso, un video dei Simple Minds (ascoltata a manetta tutta la giornata di ieri). Il contesto del testo è piuttosto eterosessuale, ma ce ne sbattiamo. :)

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg