Faysal Ben Salah, un candidato gay alle elezioni municipali a Ginevra

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Faysal Ben Salah, un candidato gay alle elezioni municipali a Ginevra

(Blogmensgo, blog gay del 1° aprile 2015) Ha governato sulle notti di Ginevra. Ora vuole conquistare la metropoli svizzera anche di giorno. Faysal Ben Salah, 25 anni, è candidato alle elezioni municipali di Ginevra. Senza mettere avanti la propria omosessualità, ma senza neanche nasconderla.

Faysal Ben Salah, rosso e giallo, ma anche arcobaleno. Clicca per ingrandire. ©Mcge.ch.

Faysal Ben Salah, rosso e giallo, ma anche arcobaleno. Clicca per ingrandire. ©Mcge.ch.

«Conosco bene il mondo delle notti ginevrine, sono stato direttore di un locale notturno gay e promotore di numerose serate etero-friendly, e credo che ognuno debba poter affermare la propria identità senza discriminazioni.» Faysal Ben Salah fa riferimento a The Spot, con cui MensGo ha più volte collaborato, in particolare in occasione delle serate del 2012.
Faysal ha anche avuto l'occasione di partecipare ai fotografi amatoriali e corrispondenti regionali di MensGo in Spagna.

Se si presenta oggi alle municipali di Ginevra, è soprattutto per rappresentare la frangia più giovane del suo elettorato. Faysal stesso appartiene a quella tranche dei «minori di 30 anni», che «costituisce circa un terzo della popolazione ginevrina» ma rimane «la più sotto-rappresentata dalle autorità politiche».

E il giovane candidato elenca alcune delle sue priorità. La promozione dei «giovani che sono troppo spesso esclusi dalla nostra società» e «la prevenzione che è importante» per questa categoria di popolazione.

Faysal Ben Salah si presenta sotto la bandiera del Mouvement citoyen genevois (MCG), che non vuole essere né di sinistra, né di destra, né del centro. Un partito politico «talvolta provocatore», riconosce il giovane candidato, «ma cercando sempre di trovare delle soluzioni».

E se Faysal Ben Salah succedesse a Sami Kanaan, il cui mandato da sindaco finisce il 31 maggio 2015? Per arrivare a ciò, bisognerebbe prima di tutto diventare uno degli ottanta (fortunati) eletti.

Che i sette colori dell'arcobaleno e le stelle di MensGo siano con te, Faysal!

Commento. Non si sceglie il proprio orientamento sessuale, ma si sceglie il proprio colore politico. Faysal ha scelto di difendere le idee del MCG. scelta che mi infastidisce. E' la mia opinione e la condivido.

Faysal afferma di lottare contro l'esclusione di cui sono vittima i giovani. ma il MCG, volendo dare «priorità ai ginevrini», pratica de facto une forma di esclusione. Una retorica non priva di familiarità con la sinistra «préférence nationale» che urlava il Front national in Francia.

Faysal afferma di promuovere la diversità. Ma una diversità a senso unico, ginevro-ginevrina, che assomiglia esattamente al contrario di quello che pretende di essere.

La giovinezza di Faysal gli lascia il tempo di cambiare la sua linea politica e di allontanarsi da ogni populismo. Suggerisco quindi agli elettori di Ginevra di votare per lui e poi di incitarlo a cambiare partito.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg