La Chiesa presbiteriana degli USA accetta il matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Chiesa presbiteriana degli USA accetta il matrimonio gay

(Blogmensgo, blog gay del 24 marzo 2015) La Chiesa presbiteriana degli Stati Uniti ha definitivamente adottato una nuova definizione del matrimonio che ingloba le unioni tra persone dello stesso sesso. Il 17 marzo 2015 il testo ha ottenuto la maggioranza assoluta tra le istituzioni rappresentative. Il cambiamento entrerà in vigore dal 21 giugno 2015.

Qui sotto, l'annuncio ufficiale della ratifica dell'emendamento 14-F relativo al matrimoni omosessuale. Ho scelto l'annuncio in coreano, perché il porta-voce coreano è più carino del suo omologo americano. :)

Il matrimonio, secondo i presbiteriani, si definisce ormai come l'unione di  «due persone, tradizionalmente un uomo ed una donna». La precedente definizione faceva riferimento solamente alle sole unioni tra «un uomo ed una donna».

“Marriage involves a unique commitment between two people, traditionally a man and a woman, to love and support each other for the rest of their lives.”

«Il matrimonio implica l'impegno unico tra due persone, tradizionalmente un uomo ed una donna, ad amarsi e sostenersi a vicenda per il resto della propria vita.»

I ministri di culto presbiteriani che non intendono celebrare matrimoni gay o lesbici non saranno costretti a farlo. La Chiesa presbiteriana degli Stati Uniti accettava già di unire delle coppie dello stesso sesso, ma unicamente valutando caso per caso e senza conferire a tali unioni il nome di matrimonio. In alcuni Stati dove il matrimonio omosessuale è legale, alcuni ministri di culto presbiteriani erano autorizzati a celebrare matrimoni gay o lesbici a condizione del nulla osta della gerarchia.
Non bisogna confondere la Chiesa presbiteriana degli Stati Uniti con la Chiesa presbiteriana d'America; quest'ultima si oppone fermamente al matrimonio omosessuale.

La Chiesa presbiteriana degli Stati Uniti, che rivendica 1,8 milioni di fedeli, è la principale obbedienza presbiteriana americana. La maggioranza assoluta dei 171 collegi regionali - che riuniscono circa 10 000 congregazioni locali - ha ratificato la nuova definizione di matrimonio così come l'aveva votata l'assemblea generale della Chiesa presbiteriana il 19 giugno 2014. Al 18 marzo 2015, quando 42 collegi non avevano ancora votato, la maggioranza assoluta era già stata raggiunta con 87 voti a favore, 41 contrari e 1 astenuto.

Il voto dell'assemblea generale e la sua ratifica da parte della maggioranza delle istanze collegiali hanno suscitato alcune proteste interne. Alcuni collegi presbiteriani (che gli americani chiamano presbiteri) e alcuni fedeli hanno lasciato tale fede nel corso degli ultimi anni. In particolare a partire dal 2011, quando la Chiesa presbiteriana degli USA ha confermato la sua decisione di accettare l'ordinazione di gay e lesbiche. Tale obbedienza ha perso 428 congregazioni tra il 2011 ed il 2013, secondo le cifre riportate dalla CBS.
(La Chiesa presbiteriana di Scozia aveva subito la stessa turbolenza due anni dopo, cfr. il nostro articolo del 24 maggio 2013.)

La partenza della frangia più conservatrice ha facilitato l'ottenimento di una maggioranza assoluta per il riconoscimento del matrimonio gay, anche se numerosi conservatori sono rimasti tra i ranghi dei presbiteriani.

Solamente una mezza dozzina di obbedienze religiose americane accettano di sposare persone dello stesso sesso, secondo il resoconto del Pew Research Center. Il peso cumulativo di queste obbedienze resta comunque marginale negli Stati Uniti.

Nessuna delle tre religioni rivelate ha fato tali passi, negli Stati Uniti, nel campo del matrimonio gay. I musulmani ne sono ostili, così come l'argomento divide le diverse obbedienze cristiane ed ebraiche.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg