L’Inter-LGBT sensibilizza sul suicidio delle persone LGBT con una campagna choc

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

L’Inter-LGBT sensibilizza sul suicidio delle persone LGBT con una campagna choc

(Blogmensgo, blog gay del 12 febbraio 2015) L’Inter-LGBT ha approfittato della Giornata francese per la prevenzione del suicidio. il 5 febbraio 2015, per inaugurare una campagna di affissione choc che mira a sensibilizzare sul suicidio delle persone LGBT. Ultimo atto di una campagna iniziata il 14 settembre 2014, in occasione della Giornata mondiale contro il suicidio.

La nuova campagna dell’Inter-LGBT si basano su due immagini che mettono in scena casi frequenti pre4sso la popolazione LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, trans). Ma con un testo che, volutamente, non usa mezzi termini.

suicidio1

La prima immagina evoca il suicidio gettandosi nel vuoto dal tetto di un edificio. Richiamo diretto all'attualità, poiché l'immagine richiama immediatamente i recenti assassinii da parte dello Stato islamico di persone sospettate di essere LGBT e fatte precipitare dalla cima di un edificio.

La novità consiste nell'utilizzare un linguaggio molto familiare alla retorica omofoba. Ad esempio : «Per gettarsi dal sesto piano non c'è bisogno di essere un frocio. – In effetti sì.»
E spiega che se le persone LGBT si suicidano con una frequenza quattro volte maggiore rispetto alla media è proprio a causa di questo genere di insulti.

suicidio2

Anche l'altro manifesto illustro un'affermazione che è un pugno in faccia: «Le lesbiche si suicidano molto più della media. – E' vero. »
Anche qui, l'immagine spiega a quale punto gli insulti possono incitare al suicidio.

Lo scorso settembre, l’Inter-LGBT ha prodotto uno spot radio con una serie di insulti omofobi, spiegandone le conseguenze talvolta mortali. Qui sotto lo spot, per chi se lo fosse perso.

Qualche anno fa, invece, in occasione di una campagna di lotta contro l'omofobia, l’Inter-LGBT non era riuscita a far passare questo slogan, giudicato troppo sovversivo: «l'eterosessualità non è normale, è solamente maggioritaria» (cfr. l'articolo di BlogMensGo.fr del 3 novembre 2009).

Cos'è successo nel frattempo? Assolutamente niente. Da parte delle pubbliche istituzioni francesi, «nessuna azione concreta è stata messa in atto per prevenire tale rischio», riassume l’Inter-LGBT in un comunicato.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg