USA: il matrimonio omosessuale riconosciuto legale in 32 Stati

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

USA: il matrimonio omosessuale riconosciuto legale in 32 Stati

(Blogmensgo, blog gay del 6 novembre 2014) Il governo federale americano riconosce, dal 25 ottobre 2014, che il matrimonio omosessuale ha valore legale nel territorio della capitale Washington (distretto di Columbia) e in 32 dei 50 Stati dell'Unione. Il presidente Obama e la sua amministrazione privilegiano una convalida Stato Per Stato, così come la Corte federale suprema ha scelto di vagliare caso per caso.

La Casa Bianca fa i conti. ©White House / Lawrence Jackson.

La Casa Bianca fa i conti. ©White House / Lawrence Jackson.

Una settimana prima, l'amministrazione Obama aveva riconosciuto la validità del matrimonio gay e lesbico in 26 Stati (cfr. anche il nostro articolo del 29 ottobre 2014). In entrambi i casi, il conto è il risultato di sentenze o decisioni della giustizia federale. Ma sono verdetti applicabili solamente ad un particolare Stato.

Il riconoscimento ufficiale del matrimonio tra persone dello stesso sesso da parte dell'amministrazione nazionale è importante per le coppie sposate legalmente. Ha come effetto di allineare i diritti ed i benefici delle coppie omosessuali sposate a quelli delle coppie eterosessuali sposate.
Pensioni, prestazioni, affitti, sovvenzioni, diritti patrimoniali, fiscali e di successione, ecc., si sono notevolmente modificati. Allo stesso tempo, il coniuge omosessuale è pienamente riconosciuto nel caso di visita al proprio coniuge in ospedale o prigione.

Ecco, in ordine alfabetico, la lista dei 32 Stati che hanno legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso: Alaska, Arizona, California, Colorado, Connecticut, Delaware, Hawaï, Idaho, Illinois, Indiana, Iowa, Maine, Maryland, Massachusetts, Minnesota, Nevada, New Hampshire, New Jersey, New Mexico, New York, North Carolina, Oklahoma, Oregon, Pennsylvania, Rhode Island, Utah, Vermont, Virginia, Washington, West Virginia, Wisconsin e Wyoming.
Bisogna aggiungere il distretto di Columbia (che ospita la capitale Washington), che non ha lo status di Stato.

Molti dei 18 Stati in cui il matrimonio omosessuale rimane illegale potrebbero cambiare campo nelle prossime settimane.

In Kansas, ad esempio, il ministro della Giustizia ha chiesto alla corte suprema di questo Stato di ribaltare un'ordinanza del giudice Kevin Moriarty (10a corte d'appello federale) che intimava ai funzionari degli uffici di stato civile di emanare licenze di matrimonio alle coppie omosessuali. L'udienza è prevista per oggi, 6 novembre 2014.

Altri Stati, come il Nebraska, sono già stati oggetto di decisioni giudiziarie contrastanti ed una nuova inversione di tendenza potrebbe richiedere un certo tempo. Almeno tre azioni restano comunque possibili: un nuovo referendum costituzionale (quello del 2000 che vietava le unioni omosessuali rimane in vigore), un nuovo ricorso all'8a corte d'appello federale (che, tra l'altro, ha confermato l'emendamento costituzionale nel 2006), o, ancora, un ricorso alla Corte federale suprema.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg