Rendere le persone più friendly attraverso il porta a porta?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Rendere le persone più friendly attraverso il porta a porta?

(Blogmensgo, blog gay del 23 ottobre 2014) Il semplice fatto di conoscere dei gay e delle lesbiche incoraggia il grande pubblico a considerare le rivendicazioni LGBT come legittime. Negli Stati Uniti, degli scienziati l'hanno dimostrato analizzando delle campagne di sensibilizzazione.

Precisiamo prima che le campagne elettorali americane – che si tratti di un'elezione o di un referendum – rilevano un folklore senza equivalenti nel Vecchio Continente. Le elezioni, fortemente bipolarizzate, vengono preparate in anticipo in entrambi gli schieramenti e far sentire la propria voce più di quella del concorrente viene considerata come una vittoria personale. Gli attivisti non esitano a fare il giro porta a porta per discutere con la gente del posto ed esporre la propria gamma di argomentazioni.

Qui sotto, il video – corto, ma molto commovente – di una coppia di pastori luterani che sono diventati favorevoli al matrimonio omosessuale dopo aver parlato con dei gay:

I ricercatori hanno scoperto che far sapere a qualcuno – anche ad un perfetto sconosciuto – di essere gay o lesbica riesce a renderlo più favorevole alle persone LGBT, ossia accelera la sua «conversione» verso un'opinione più favorevole.

L’avventura è iniziata nel gennaio 2009 in California, con il collettivo Vote for Equality. Un responsabile del collettivo, Dave Fleischer, ha inviato degli attivisti nel quartiere dove la Proposition 8 del 2008 (referendum che mirava a vietare il matrimonio omosessuale) aveva fatto man bassa di voti. I volontari, omosessuali o eterosessuali, hanno chiesto a 11 000 abitanti il loro parere sul matrimonio omosessuale ed il perché di tale opinione, prima di intrattenersi a lungo con loro e rivelarsi infine - o no - come gay o lesbica e poi lasciarli esprimere.
In molti casi, le persone interrogate hanno diminuito o abbandonato le precedenti reticenze anti-LGBT.

Dave Fleischer e due docenti universitari, Donald Green (Columbia) e Michael LaCour (UCLA) hanno infine elaborato un esperimento più scientifico. Ancora una volta, dei volontari hanno incontrato 1 000 abitanti dei quartieri favorevoli alla Proposition 8. Selezionando a caso, metà degli intervistati ricevuto la visita di un volontario gay, mentre l'altra metà di un volontario eterosessuale.
Le conclusioni hanno triplamente sorpreso i ricercatori dopo l'aggiunta di un sondaggio telefonico, perché:

  1. La proporzione di opinioni friendly é stata due volte maggiore nel caso degli intervistati dopo un coming out rispetto a quelli intervistati dal volontario eterosessuale.
  2. Anche le persone vicine agli intervistati da un volontario gay hanno adottato un opinione friendly in proporzioni quasi identiche.
  3. L’evoluzione verso un'opinione favorevole era ancora tangibile dodici mesi più tardi.

Fleischer e Green hanno infine constatato che questo principio di «diffusione virale» del cambiamento di opinione funziona anche con altri temi sensibili, ad esempio le opinioni politiche o il diritto all'aborto.

E' quindi possibile influenzare i sondaggi d'opinione, su delle future elezioni, semplicemente sottoponendo gli intervistati o gli elettori alla presenza di persone che non hanno la stessa opinione. Basta, per ottenere ciò, consacrare una ventina di minuti a soggetto, ossia un'ora per tre persone.

Sembra difficile da replicare da questa sponda dell'Atlantico, dove le abitudini di comunicazione sono molto differenti. Ma immaginiamo volentieri un esercito di pacifici missi dominici gay e lesbiche rendere la Francia, la Spagna, l'Italia, la Germania ed il Regno Unito molto più friendly semplicemente andando a parlare a casa della gente.

E in fondo, perché no?

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg