Gay Times Magazine festeggia 30 anni e onora Tony Blair

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Gay Times Magazine festeggia 30 anni e onora Tony Blair

(Blogmensgo, blog gay del 30 settembre 2014) In occasione del suo trentesimo compleanno, il mensile britannico Gay Times Magazine ha assegnato il titolo di «icona gay» a 30 personalità, tra cui Tony Blair. L’ex primo ministro è stato incoronato per i suoi comportamenti a favore dei diritti LGBT durante i suoi mandati.

Gay Times Magazine: sito web| pagina Facebook

Tony Blair, icona gay? Of course! Gay Times.

Tony Blair, icona gay? Of course! Gay Times.

Gay Times Magazine afferma di essere la più antica rivista gay ancora in attività. Il mensile è in vendita in versione cartacea oppure digitale, ma rivela ben poco dalla sua versione online. Tutto quello che riusciamo a leggere è che Tony Blair ed altri 29 personaggi – tra cui quelli menzionati sulla copertina del numero di settembre 2014 – fanno parte delle icone gay di questi ultimi tre decenni.

La nomina di Tony Blair, 61 anni, è dovuta alle conquiste accumulate durante i suoi dieci anni (1997-2007) alla testa, non coronata, del Regno Unito.

Quel decennio di lavoro gli ha permesso di far legalizzare l'adozione omogenitoriale (2002), trasformare in reato l'omofobia sul luogo di lavoro (2003), ottenere il diritto al cambio di sesso per le persone transessuali (2004), creare un PACS omosessuale o civil partnership (2005).

Tony Blair? Anche la sua cravatta è un'icona… ©Gaytimes.co.uk.

Tony Blair? Anche la sua cravatta è un'icona… ©Gaytimes.co.uk.

Sempre sotto il governo Blair i militari hanno, finalmente, potuto esercitare la propria professione senza più bisogno di nascondersi e la maggiore età sessuale è stata abbassata a 16 anni anche per le relazioni tra omosessuali.

Clicca per ingrandire. ©Gaytimes.co.uk/.

Clicca per ingrandire. ©Gaytimes.co.uk/.

Commento. Quale personalità politica francese di primo piano – dico proprio di primo piano – avrebbe potuto figurare in una simile classifica?

Robert Badinter, ex ministro della Giustizia e Bertrand Delanoë, ex sindaco di Parigi? Non hanno mai veramente fatto parte del «primo cerchio» politico malgrado la loro aura mediatica.
E non è un insulto per Roselyne Bachelot e Jean-Luc Romero non includerli in questa lista, nonostante la qualità eccezionale del loro impegno politico.

Quindi, in Francia, nessuna personalità politica di comparabile statura ha fatto quanto Tony Blair a favore dei diritti LGBT nel corso degli ultimi tre decenni. Peggio ancora, nessuna personalità dello stesso calibro ha fatto neanche la metà, un terzo o un quarto di ciò che ha portato a casa Tony Blair. Il quale si è detto «fiero» del riconoscimento da parte di Gay Times Magazine. Effettivamente, ha ragione ad esserne fiero. Hats off to you, Mr Blair!

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg