Primo congresso sugli studi di genere in Francia

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Primo congresso sugli studi di genere in Francia

(Blogmensgo, blog gay dell'8 settembre 2014) L’Institut du Genre ha organizzato il primo congresso sugli studi di genere in Francia. L’evento si è tenuto, dal 3 al 5 settembre, all'ENS Lyon. Io non c'ero. ragione in più per parlarne.

il congresso: sito | programma | relatori

Qui sotto, il discorso di Réjane Sénac intitolato «La “teoria del genere” non esiste, ma parla»:

I 32 partner istituzionali - soprattutto enti universitari - che hanno creato l'Institut du Genre si sono stabiliti per tre giorni nei locali dell'École normale supérieure di Lione. Oltre ad interessarsi alla fracture du yaourt, la prestigiosa istituzione ha riunito circa 300 persone in tre sessioni plenarie, 54 laboratori di workshop e diverse sedute parallele.

Almeno cinque dei dodici temi di riflessioni coincidevano direttamente con gli interessi del blog gay di :

  • Creazione, arte e letteratura (uhm, questo interessa soprattutto a me :mrgreen: );
  • Sessualità, eteronormatività e LGBT;
  • Genere, famiglia, parentela;
  • Genere e media;
  • Genere ed educazione.

Tra i relatori, di ogni provenienza, c'erano sicuramente anche degli studenti o degli insegnanti dell'ENS Lyon. Partendo dalle ricercatrici Anne-Charlotte Husson e Cécile Thomé, ferratissime sulla questione del genere a cui avevano già dedicato, il 19 marzo 2014, una conferenza.

Perché dovrei parlare di una conferenza alla quale non ho assistito - in termini giornalistici si chiama cilecca - e della quale ignoro addirittura se ha veramente avuto luogo? Perché il programma degli interventi sembra talmente allettante da dare alla testa. Si rischia una crisi di ipoglicemia solamente a leggerlo.
Alcuni esempi degli interventi? «I neuroni del genere» (uhm, la neurologia mi interessa molto :) ), «Teoria del genere: questioni di una formula polemica» (della precedentemente citata Anne-Charlotte Husson), «Pagare e farsi pagare. Il mercato degli incontri online» (ricordiamo che MensGo è completamente gratuito, quindi niente da pagare), «Per una definizione multidimensionale dell'orientamento sessuale», «Il termine “genere” nella gestione medica dell'intersessualità in Francia»… E così via.

Peccato che gli organizzatori non abbiano messo online una sintesi di ogni intervento. (Attendiamo con impazienza gli «atti del convegno»  o qualsiasi altra cosa verrà messa online) questa è la seconda grande ragione per cui ho voluto menzionare l'esistenza di questa conferenza.
Altro elemento degno d'interesse, la lista delle associazioni e delle reti presenti costituisce un eccellente punto di partenza reticolare per tutti coloro che sono interessati a questa tematica.

Niente come una sintesi di una quindicina di minuti per aggirare questa pretesa «teoria del genere», che la cattosfera omofoba sciorina a chiunque si presti ad ascoltarla e che dei giornalisti servili o decerebrati riportano con compiacenza. La ricercatrice Réjane Sénac ha accettato la sfida, in occasione dei famosi Ernest, conférences-éclairs organisées par l’École normale supérieure… di Parigi. Questo è il video che ho scelto per illustrare l'articolo.
Da notare che il nome di Réjane Sénac non appare nella lista degli interventi del convegno lionese – unico elemento negativo di un programma entusiasmante.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg