Un VietPride in bicicletta ad Hanoi

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Un VietPride in bicicletta ad Hanoi

(Blogmensgo, blog gay del 6 agosto 2014) Il centro della capitale Hanoi ha visto sfilare, domenica 3 agosto 2014, circa 300 persone che partecipavano al terzo Gay Pride locale, intitolato VietPride al Vietnam. Senza carri, ma in bicicletta, a piedi, con tutti i colori dell'arcobaleno, in un contesto festoso, ma rivendicativo.

VietPride: sito web | pagina Facebook

La più bella foto del 3 agosto in Vietnam. ©Vietpride.info.

La più bella foto del 3 agosto in Vietnam. ©Vietpride.info.

Oltre ad essere caratterizzata dalle bandiere rainbow, la ciclo-parata (soprattutto in bicicletta e scooter) aveva l'originalità di svolgersi alle 8.30... del mattino. Gay, lesbiche e trans avevano un sorriso radioso, ma manifestavano per una causa seria: l'abolizione delle discriminazioni nei confronti delle persone LGBT.

Il Parlamento aveva previsto, nel 2012, di legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso per poi rinunciare. Questa legge non riuscita evidenzia, tuttavia, che le cose iniziano ad evolversi nella direzione di una migliore accettazione sociale dell'omosessualità, per quanto lenta e timida. Così il potere pubblico ha recentemente rimosso il crimine di organizzazione di festa di matrimonio omosessuale – il matrimonio gay non aveva comunque nessun valore legale – e le multe in cui incorrevano gli organizzatori.

Qui sotto, lo spot ufficiale del VietPride:

Ma i problemi non sono risolti; tutt'altro. L'omosessualità rimane un grande tabù in Vietnam, nella società come in famiglia. Come prova, l'esiguo numero di persone che hanno sfilato in occasione del VietPride.

Il Gay Pride locale e la settimana di eventi che lo hanno preceduto si sono comunque svolti sotto gli occhi di tutti, apparentemente senza ostacoli da parte delle autorità (non ci sono poliziotti nel trailer sopra).
I nove membri del comitato organizzativo – sette dei quali si chiamano Nguyen e due Vu – invitano ormai i loro concittadini ad incontrarsi ogni prima settimana di agosto per far vedere ad Hanoi le trentasei candele i sette colori dell'arcobaleno.

La settimana dell'orgoglio LGBT vietnamita ha beneficiato del sostegno ufficiale di molte organizzazioni internazionali ed ambasciate straniere, in particolare il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (Pnud), l’USAid, gli Stati Uniti, i Paesi Bassi, il Canada ed il Goethe Institut tedesco.

Commento. La Francia – ex potenza coloniale in Vietnam – non figura nella lista delle organizzazioni che hanno collaborato. Il VietPride è sostenuto dai Paesi Bassi, ma non da Hollande.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg