Calcio, Gay Pride e coming out

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Calcio, Gay Pride e coming out

(Blogmensgo, blog gay del 10 luglio 2014) Siamo in chiusura dei mondiali di calcio. Ottima ragione per parlare di calcio… femminile. Vi spiego tra poco.

Solo una precisazione. No, non convaliderò alcun commento durante la partita. Salvo forse durante l'intervallo, ma preferisco usare quel poco tempo per la pausa pippa pipì.

Meg Rapinoe (di spalle). La numero 15 ha fatto coming out tre anni fa. Clicca per ingrandire. ©Reign FC.

Meg Rapinoe (di spalle). La numero 15 ha fatto coming out tre anni fa. Clicca per ingrandire. ©Reign FC.

Non essendo un esperto di calcio, non parlerò delle partite. Dico solo una cosina su Karim Benzema. Una recente bufala diffusa sui social network ha affermato che l'attaccante francese sia omosessuale. Ebbene, Karim Benzema sarebbe molto più credibile come gay che come ala destra!

Per trovare dei porta-bandiera credibili dell'omosessualità, restiamo nel continente americano. Ma orientiamoci piuttosto verso il Pacifico, direzione Seattle. Il 29 giugno 2014, il Seattle Pride ha festeggiato i propri 40 anni con una parata da antologia. Tra gli innumerevoli ospiti ufficiali, il più influente è stata sicuramente Mary Yu, la prima persona apertamente omosessuale nominata giudice alla Corte federale suprema.

E il calcio? Le calciatrici del Reign FC di Seattle (sito web | pagina Facebook) hanno approfittato della partita per fare promozione per il Seattle Pride. Non con una locandina al bar dello stadio, no. Con un manifesto 4 x 3, poster, flyer, bandiere e tutto il resto. Meglio ancora, lo stadio è stato addobbato con i colori arcobaleno. Meglio ancora di più, come racconta Yagg in questo articolo, le giocatrici del Reign FC hanno partecipato numerose alla parata del Pride sfoggiando scarpe multicolore con il logo del proprio club ed il pieno sostegno del loro coach. Il negozio ufficiale della squadra vendeva anche accessori decisamente LGBT, così come lo scorso anno.
Il Reign FC potrebbe essere comparato all’Olympique di Lione. Due squadre femminili, composte da giocatrici professioniste di alto livello, con star internazionali e le mattatrici dei rispettivi campionati. La differenza col calcio maschile, è che alcune calciatrici lesbiche non esitano ad affermare la propria omosessualità, anche al culmine della propria carriera.

Il reportage fotografico di Yagg non mostra Megan Rapinoe (o forse io non l'ho riconosciuta). L’ala bionda che ha giocato per qualche mese nel 2013 nell’Olympique di Lione, prima di ritornare al campionato americano con la maglia blu e nera del Reign FC. Sei mesi prima aveva fatto il proprio coming out.

Tutto ciò è molto bello, ma adesso devo preparami psicologicamente per le prossime partite del mondiale. Le mie preferenze in fatto di abbigliamento vanno alla Germania: il loro vestiario è decisamente friendly. Adoro Podolski e Neuer, idolatro Müller e Lahm, con cui solamente Lloris e soprattutto Varane possono rivaleggiare in termini di eleganza e bellezza sul campo.

Andiamo, terminiamo qui sotto con un reportage sui quattro decenni di Seattle Pride.

http://player.vimeo.com/video/99175939

E che il migliore vinca faccia coming out!

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg