Il Lussemburgo legalizza il matrimonio gay e l’adozione omogenitoriale

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il Lussemburgo legalizza il matrimonio gay e l’adozione omogenitoriale

(Blogmensgo, blog gay del 23 giugno 2014) I deputati del Lussemburgo hanno adottato, il 18 giugno 2014, un progetto do legge sul matrimonio omosessuale e l'adozione di bambini da parte delle coppie omosessuali. Il testo è stato approvato con 56 voti favorevoli e 4 contrari.

Il progetto di legge 6172A in PDF (link provvisorio?)

Nel video, qui sotto, il dibattito parlamentare e la votazione della legge il 18 giugno 2014. Attenzione, si parla abbondantemente in lussemburghese. ;)

view video on chd.lu
Il progetto di legge 6172A entrerà in vigore solamente sei mesi dopo la votazione. «Tale misura è necessaria è per assicurare un'applicazione senza problemi», ha spiegato il ministro della Giustizia Félix Braz. I primi matrimoni gay e lesbici potranno quindi essere celebrati dal 2015, a condizione che la nuova legge sia riportata sul Mémorial (gazzettino ufficiale) al più tardi il 1o luglio 2014.

Anche l'adozione omogenitoriale piena viene legalizzata, vale a dire che l'adottato rompe il legame di filiazione con la famiglia d'origine e diventa il figlio legale dell'adottante. Il testo iniziale si limitava all'adozione semplice (che non elimina il legame tra l'adottato e la famiglia d'origine), ma nel giugno 2013, il Consiglio di Stato l'ha considerata una discriminazione inaccettabile in rapporto alle coppie eterosessuali.

Il Lussemburgo ha approvato i PACS (partenariato civile per coppie omosessuali o eterosessuali) nel 2004. Nel 2010, François Biltgen, allora ministro della Giustizia e membro del partito CSV (cristiano-socialista), ha depositato un progetto di legge che mirava a legalizzare il matrimonio omosessuale e l'adozione omogenitoriale. Le disposizioni relative all'adozione, che non ricevettero molti consensi, hanno ritardato il voto definitivo del progetto di legge.
L’attuale governo di coalizione – in particolare attraverso il Primo ministro omosessuale e liberale (DP) Xavier Bettel, Il ministro della Giustizia ecologista (Verdi) Félix Braz ed i loro alleati socialisti – ha ripreso il progetto di legge ed è riuscito a farlo approvare a larga maggioranza. Solamente i tre deputati del partito populista (ADR) ed un deputato del CSV (Aly Kaes) hanno votato contro.

Oltre al partito ADR, la Chiesta cattolica lussemburghese – il Paese ha una forte tradizione cattolica – e qualche voce isolata hanno fatto appello a votare contro il testo. Gli oppositori al progetto di legge non  sono riusciti ad ottenere le 4 500 firme necessarie per l'apertura di un dibattito parlamentare pubblico prima del voto.

Xavier Bettel, 41 anni, ha spostato in Belgio si è pacsato in con il suo compagno di nazionalità belga felice per averlo potuto fare e gli sarà possibile sposarlo in Lussemburgo quando la legge entrerà in vigore [il testo barrato corrisponde ad una precedente versione erronea di questo articolo, corretta grazie a questa fonte]. Il testo che il Lussemburgo sta per adottare si ispira ampiamente al diritto belga. La nuova legge lussemburghese stipula che «due persone di sesso diverso o dello stesso sesso possono contrarre matrimonio».

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg