Il matrimonio gay (forse) legalizzato nel Wisconsin

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il matrimonio gay (forse) legalizzato nel Wisconsin

Blogmensgo, blog gay del 16 giugno 2014) Con una decisione del 6 giugno 2014, il giudice federale Barbara B. Crabb ha valutato che il divieto del matrimonio omosessuale nel Wisconsin è contrario alla Costituzione americana. Decine di coppie gay e lesbiche hanno avuto il tempo di sposarsi prima ancora che il giudice Crabb non decidesse su un'eventuale sospensione esecutiva.

Decisione del 6 giugno 2014: testo (ufficiale) | idem (ufficioso)

(Nel momento in cui scrivo questo articolo, il matrimonio omosessuale è considerato incostituzionale nel Wisconsin, ma non è stato ancora deciso sulla domanda di sospensione esecutiva a proposito di tale incostituzionalità. Da qui l'incertezza giuridica che traspare di seguito.)

Scott “Backward” Walker, governatore – retrogrado – del Wisconsin. ©Wikipedia/Gage Skidmore.

Scott “Backward” Walker, governatore – retrogrado – del Wisconsin. ©Wikipedia/Gage Skidmore.

La decisione del giudice Crabb conclude, al termine di 88 pagine, che l'articolo XIII sezione 13 è contrario al 14o emendamento della Costituzione federale e che ogni disposizione che «limita i matrimoni ad un “uomo” ed una “donna” [è] incostituzionale nei confronti delle coppie dello stesso sesso».

La giustizia federale era stata interpellata nel febbraio 2014 dall'American Civil Liberties Union, che rappresentava cinque coppie lesbiche (tra cui quella di una certa Virginia Wolf, senza legami di parentela con la scrittrice che adoro) e tre coppie gay. Come in altri Stati, i richiedenti hanno fatto valere il fatto che il divieto di matrimonio omosessuale nel Wisconsin con il referendum costituzionale del 2006 è contrario all'uguaglianza di trattamento per l'insieme dei cittadini stipulato dalla Costituzione federale. Una forma di PACS esiste nel Wisconsin dal 2009, ma la sua legalità sembra incerta ed il governatore repubblicano Scott Walker è decisamente ostile.
(Il PACS del Wisconsin ha ricevuto un magro successo dal 2009. Riguarda, ad esempio, un centinaio scarso di coppie nella contea di Outagamie e circa 70 coppie omosessuali in quella di Winnebago.)

J.B. Van Hollen, ministro della Giustizia del Wisconsin, ha immediatamente fatto appello alla decisione davanti alla giurisdizione federale. Il giudice Crabb, gli ha rifiutato la sospensione esecutiva il 9 giugno, poiché la sua domanda non era motivata da elementi concreti. Come indicato nelle conclusioni del 6 giugno, il giudice Crabb ha riconvocato le parti il 16 giugno pregando i richiedenti di precisare in modo molto circostanziato il perimetro delle loro rispettive richieste.

La 7a corte d'appello federale di Chicago ha tuttavia nominato un collegio di tre magistrati per decidere sulla sospensione esecutiva. Il collegio doveva pronunciarsi la sera dell'11 giugno, ma la seduta sembra essere stata rimandata o annullata. Il giudice Crabb conta, in effetti, di decidere ella stessa venerdì 13 giugno alle ore 13.00 (ora locale), su un eventuale sospensione esecutiva, a titolo della domanda sottoposta in prima istanza a nome del Wisconsin dal governatore e dal suo ministro della Giustizia.
Il divieto del matrimonio omosessuale nel Wisconsin è quindi ufficialmente incostituzionale, ma al momento si ignorano due cose: se l'incostituzionalità sarà bloccata in attesa che la giustizia si pronunci in appello sulla questione, e se (in assenza di una sospensione esecutiva) i matrimoni registrati in questo lasso di tempo siano conformi alla legge o meno.

Nel frattempo, centinaia di coppie gay e lesbiche hanno potuto sposarsi nel Wisconsin, di cui circa 300 nelle sole contee di Milwaukee e Dane. Delle 72 contee che compongono lo Stato, 52 hanno emesso delle licenze di matrimonio senza attendere la sentenza sulla sospensione esecutiva.
Alcuni uffici di stato civile hanno scelto di fornire le licenze di matrimonio e prolungare l'orario di apertura in modo da rispondere all'afflusso di domande. Altri hanno preferito non autorizzare i matrimoni omosessuali prima della decisione della Giustizia. La legge del Wisconsin accorda in effetti ad ogni impiegato di stato civile di posticipare di cinque giorni - senza doversi giustificare - la delibera di una licenza di matrimonio.
Il governatore ha dato ordine ai servizi sociali di non ratificare nessuna licenza di matrimonio omosessuale trasmessa dagli uffici di stato civile finche la Corte federale non si fosse espressa in appello. Il 12 giugno, le direzione dei servii sociali ha deciso di non dare alcuna istruzione agli impiegati di stato civile, lasciando ciascuno libero di agire in base alla propria coscienza o alla propria interpretazione giuridica, tuttavia optando per una convalida (a titolo provvisorio?) dai documenti trasmessigli dagli uffici di stato civile.

Commento. Il pasticcio giuridico sulla legalità dei matrimoni omosessuali recentemente verificatosi nel Wisconsin non è un trucco da avvocati. Ogni parte sembra avanzare argomentazioni che, giuridicamente, hanno una certa consistenza.
Perché un tale pasticcio? Certo è che la situazione sarebbe stata molto più chiara se il giudice Crabb si fosse degnata di pronunciarsi sulla sospensione esecutiva sia nel quadro della sua decisione del 6 giugno, sia subito dopo.

Il Wisconsin si era già distinto, nel 2010, rifiutando il volo, sul suo territorio della famosa Condomfiera (o CondomFly in inglese), affermando che tale iniziativa fosse contraria all'ordine morale (cfr. qui). Il governatore Scott Walker è, tra l'altro, fortemente ostile all'aborto.

Per un motivo che non mi spiego, numerosi siti ufficiali del Wisconsin – tra cui quello del governo, del gouvernatore e del tribunale federale di Madison – sono stati irraggiungibili per alcuni giorni. Volontà deliberata? Problema tecnico? Solamente il sito del tribunale è entrato di nuovo in funzione  il 12 giugno verso le ore 18.00, così come quello della campagna di Scott Walker, quest'ultimo evitando ogni menzione al procedimento in corso.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg