San Patrizio a sfondo omofobo a New York e Boston

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

San Patrizio a sfondo omofobo a New York e Boston

(Blogmensgo, blog gay del 19 marzo 2014) Le sfilate di San Patrizio a New York e Boston, il 17 marzo 2014, si sono svolte con l'assenza dei principali sponsor. Motivo: il divieto ai partecipanti di mostrare la loro appartenenza alla comunità LGBT.

     Taylor Hill / Getty Images Entertainment


Taylor Hill / Getty Images Entertainment

Le tradizionali sfilate di San Patrizio a New York e Boston sono le più importanti manifestazioni in onore del santo patrono dell'Irlanda fuori dalle sue frontiere. Ma per l'edizione 2014, la parata di New York ha perso tutti i suoi sponsor principali ad eccezione di Ford, mentre molti sponsor di primo piano hanno boicottato la parata di Boston.

La principale causa del boicottaggio è stato il divieto ai partecipanti, a titolo individuale o di gruppo, di mostrare pubblicamente la loro appartenenza o il loro sostegno alla comunità LGBT. Gli organizzatori della parata di Boston hanno anche vietato ad un gruppo di ex-combattenti gay di sfilare in quanto tali.

Alcuni manifestanti hanno espresso la loro collera, ma ai margini del corteo ufficiale:

Le marche di birra Guinness e Heineken hanno boicottato a New York una parata che sponsorizzavano da decenni (anche se Guinness aveva già donato un contributo prima che gli organizzatori annunciassero la loro iniziativa omofoba). A Boston, il produttore Boston Beer (filiale di Sam Adams) ha fatto lo stesso. Martin Walsh, sindaco di Boston ed originario dell'Irlanda, ha boicottato la sfilata, così come il suo omologo Bill de Blasio a New York e come la maggior parte dei politici delle due metropoli. De Blasio ha fatto una colazione ufficiale con il Primo ministro irlandese Enda Kenny, ma senza poi sfilare con lui sulla 5e Avenue.

L’iniziativa degli organizzatori a New York e Boston è ancora più sconvolgente considerando che da due anni, la sfilata ufficiale di San Patrizio a Dublino avviene con la partecipazione ufficiale dei collettivi Dublin Pride e BeLonG To. Il Primo ministro irlandese ha mantenuto la sua presenza alla cerimonia di apertura di Boston ed alla sfilata di New York affermando che le due parate si focalizzano «sul nostro essere irlandesi e non sulla sessualità».

Quattro ore di sfilata a New York, di cui una parte sotto la neve:

Gli organizzatori - tra cui un collettivo di veterani di boston - hanno giustificato la loro omofobia con argomentazioni essenzialmente religiose. Secondo loro, i testi sacri e la tradizione cattolica proibiscono l'omosessualità. Il riferimento al cattolicesimo si spiega con il fatto che l'Irlanda fu evangelizzata da San Patrizio e che le sfilate di San Patrizio sono anche manifestazioni religiose.

Le due sfilate sono particolarmente importanti per le comunità di origine irlandese, ma anche per le città ospitanti e per gli sponsor. Secondo i dati provvisori, la parata di New York ha visto un milione di persone assistere alla sfilata di 200 000 partecipanti.

Riassumendo in due minuti:

Il 17 marzo, giorno della parata di San Patrizio, comporta da solo, il 2,1% del consumo annuale di birra negli Stati Uniti; Guinness aveva inizialmente mantenuto il suo sostegno agli organizzatori, ma la marca irlandese ha cambiato parere per paura di diventare essa stessa oggetto di un boicottaggio a New York ed altrove.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg