La Scozia legalizza il matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Scozia legalizza il matrimonio gay

(Blogmensgo, blog gay del 12 febbraio 2014) Il Parlamento scozzese ha convalidato, il 4 febbraio 2014, la legge sul matrimonio omosessuale con 105 voti favorevoli e 18 contrari. La Scozia diventa così il diciassettesimo Paese a legalizzare il matrimonio gay. I primi matrimoni tra persone dello stesso sesso saranno celebrati già nel 2014.

La legge: testo PDF | storia dei dibattiti

Durante la discussione sul matrimonio gay, avranno avuto tutti il kilt? ©Andrew Cowan / Scottish Parliament.

Durante la discussione sul matrimonio gay, avranno avuto tutti il kilt? ©Andrew Cowan / Scottish Parliament.

La legge sul matrimonio omosessuale era sul tavolo del Parlamento dal 26 giugno 2013. Il testo doveva inizialmente essere votato nel 2015, ma il governo l'ha anticipato sul calendario in modo che fosse precedente al referendum del settembre 2014 sull'indipendenza della Scozia.

Secondo i termini della nuova legge, le coppie dello stesso sesso potranno contrarre un matrimonio civile in un luogo a loro scelta (previo accordo con l'ufficiale di stato civile) ad esclusione dei luoghi di culto, poiché le istituzioni religiose non sono tenute a celebrare matrimoni omosessuali. Nonostante ciò, la Chiesa presbiteriana di Scozia e la Chiesa cattolica scozzese, hanno militato attivamente contro il progetto di legge.

La calendarizzazione esatta della nuova legge e dei primi matrimoni gay e lesbici non si conosce con precisione. Sappiamo solamente che in primi matrimoni gay in Scozia avranno luogo quest'anno. Senza dubbio dopo il 29 marzo 2014, data in cui saranno celebrati i primi matrimoni omosessuali in Inghilterra e nel Galles.

Gli omosessuali scozzesi possono contrarre un semplice «partenariato civile» (PACS) dal 2004. La Scozia non ha depenalizzato l'omosessualità che nel 1980.

Commento. La legge del 4 febbraio 2014 si limita a modificare e completare la legge del 1977 sul matrimonio e la legge del 2004 sul partenariato civile. Un piccolo passo per i giuristi, un grande passo per l'umanità.

Dopo una lettura trasversale, mi sembra, tuttavia, che il PACS scozzese - che non è stato abrogato - continuerà ad essere riservato agli omosessuali e che le coppie eterosessuali non avranno il diritto di unirsi in PACS in Scozia. Si tratta chiaramente di una discriminazione inaccettabile.

Il collettivo Equality Network segnala qui altre imperfezioni del progetto di legge, prima della sua adozione definitiva. Degli emendamenti saranno sicuramente stati introdotti per tempo (cosa che non ho verificato).

Dopo una lettura trasversale (bis), sembra che i tempi legali minimi per contrarre matrimonio siano di quaranta giorni, a patto - naturalmente - che la legge venga promulgata. I primi matrimoni omosessuali in Scozia potranno quindi, matematicamente, essere celebrati prima del 29 marzo 2014. Ma secondo la BBC (articolo decisamente esaustivo), bisognerà attendere fino all'autunno.

Per quanto riguarda la fiera opposizione delle Chiese scozzesi, essa ha una motivazione in parte finanziaria; la paura di perdere le proprie agevolazioni fiscali come organismo di carità se rifiutano di celebrare i matrimoni omosessuali nei luoghi di culto (fonte).

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg