Il divieto del matrimonio gay giudicato incostituzionale nell’Oklahoma

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il divieto del matrimonio gay giudicato incostituzionale nell’Oklahoma

(Blogmensgo, blog gay del 18 gennaio 2014) Il giudice Terence C. Kern, del tribunale federale di Tulsa, nell’Oklahoma, ha deciso che il divieto per gli omosessuali di sposarsi in tale Stato è incostituzionale. Ma tale sentenza non è esecutiva.

Una breve analisi dell'Huffington Post cliccando qui.

Il divieto del matrimonio gay«impedisce in modo irrazionale ed arbitrario ad una semplice categoria di cittadini dell'Oklahoma di beneficiare di un servizio governativo», nota il giudice Kern nelle sue conclusioni. L’emendamento costituzionale che vieta agli omosessuali di sposarsi si appoggia su un semplice«disaccordo morale» e non fa niente per far progredire lo stato del matrimonio eterosessuale ed il benessere dei bambini, precisa, alludendo al forte tasso dei divorzi nell'Oklahoma.

Il giudice Kern stima che l'Oklahoma si appellerà senza dubbio alla sua decisione davanti alla corte che studierà a Denver (Colorado), da qui a febbraio, l'appello dello Utah per una questione identica (i due Stati sono soggetti alla stessa giurisdizione federale d'appello). E' per questo motivo che il giudice Kern ha volontariamente accompagnato la sua sentenza di prima istanza con una sospensione esecutiva, impedendo di fatto di far aprire le porte delle sale nuziali.

Tim Harris, procuratore della Repubblica della contea di Tulsa, non esclude di fare appello. Scott Pruitt, procuratore della Repubblica dello Stato dell'Oklahoma, ha qualificato la sentenza come «inquietante», stimando che la Corte suprema (federale) avrà ancora una volta qualcosa da dire.

La decisione del giudice Kern arriva su richiesta di quattro denuncianti. La prima coppia è quella costituita da Sharon Baldwin e Mary Bishop, giornaliste del Tulsa World, conviventi da oltre diciassette anni, che desiderano sposarsi in Oklahoma. La seconda coppia, formata da Gay Phillips e Susan Barton, si è legalmente sposata in California e tenta invano di far riconoscere il proprio matrimonio dall’Oklahoma. Sulla seconda richiesta, il giudice Kern ha dichiarato la non competenza della propria giurisdizione.

I quattro richiedenti si battono da oltre nove anni contro un emendamento costituzionale adottato col 75% dei voti nel 2004. L'emendamento stipula che «il matrimonio in questo Stato consacra unicamente l'unione di un uomo e di una donna».

Tale emendamento costituzionale è contrario al 14o emendamento della Costituzione americana che prevede uguale protezione per tutti i cittadini (Wikipedia), ha stimato Terence Kern. Il giudice cerca di minare la volontà degli elettori, ha ribattuto il governatore repubblicano Mary Fallin.

L’Oklahoma è il terzo Stato americano dove la giustizia federale ha stabilito che il divieto del matrimonio omosessuale è incostituzionale. Lo Utah e la California l'hanno preceduto su tale strada, rispettivamente nel dicembre 2013 (cfr. il nostro articolo del 10 gennaio 2014) e nel 2010.

Commento. L’Oklahoma è un doppio bastione: quello dei repubblicani e quello della Bibbia. In questo Stato, razzismo ed omofobia vanno a braccetto.

Si può facilmente immaginare quanto avrà fatto a piacere l'operato del giudice Kern a queste brave persone.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg