Le trans della Svezia reclamano scuse e risarcimento per la sterilizzazione forzata

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Le trans della Svezia reclamano scuse e risarcimento per la sterilizzazione forzata

(Blogmensgo, 4 luglio 2013) Un gruppo di 142 persone transessuali hanno chiamato in causa lo Stato, il 24 giugno 2013, chiedendo un risarcimento economico e delle scuse ufficiali per la sua politica di sterilizzazione forzata tra il 1972 ed il 2012.

Pubblicazione di RFSL sulle trans. ©Rfsl.se.

Pubblicazione di RFSL sulle trans. ©Rfsl.se.

I denuncianti, rappresentati da tre organizzazioni LGBT, tra cui RFSL (Federazione nazionale per i diritti di omosessuali, bisessuali e transessuali), hanno intentato la loro azione davanti al Cancelliere della Giustizia (JK). In un comunicato stampa di RFSL, si precisa che il Primo Ministro Fredrik Reinfeldt (che esclude ogni prospettiva di scuse pubbliche) ed il ministro degli Affari Sociali Göran Hägglund sono stati pregatio di partecipare alla procedura, nel caso in cui un accordo di indennizzo potesse avverarsi.

Questa azione legale fa seguito ad una sentenza della Corte d'appello amministrativa di Stoccolma pronunciata il 19 dicembre 2012 ed entrata in vigore il 10 gennaio 2013, che abolisce la sterilizzazione delle persone transessuali imposta dalla legge del 1972 (cfr. il nostro articolo del 23 gennaio 2013). Lo Stato aveva scelto di non fare appello a tale decisione davanti ad una Corte superiore.

La legge del 1972 obbligava ogni persona che domandasse l'ufficializzazione del proprio cambiamento di sesso da parte dello stato civile ad essere prima setrilizzata. L'unica soluzione per evitare la sterilizzazione consisteva di conseguenza nel sottoporsi ad un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale in modo da conservare la capacità riproduttiva, ma col rischio di subire in permanenza vessazioni legate ad un'identità amministrativa in contraddizione con l'apparenza fisica.

Il Parlamento ha definitivamente convalidato il 22 maggio 2013 una legge che vieta la sterilizzazione forzata delle persone trans. Tale legge, votata nell'autunno del 2012, è entrata in vigore il 1o luglio 2013.

La denuncia la JK (organismo che si occupa delle domande di risarcimento) è sostenuta dalla giurista Kerstin Burman. Il risarcimento richiesto per l'insieme delle 142 persone si eleva a 300 000 corone, ossia 34 000 euro circa. Ulrika Westerlund, presidente del RFSL, si aspettava nel gennaio 2013 una cifra meno elevata di un terzo, ossia 200 000 corone (circa 23 000 euro). La somma oggi reclamata corrisponde la livello di risarcimento accordato dalla Corte di Giustizioa dell'Unione Europea per questioni simili.

All'incirca 865 persone hanno richiesto di cambiare sesso tra il 1972 ed il 2012, di cui circa 800 hanno subito una sterilizzazione forzata, secondo Ulrika Westerlund.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg