Due serate di sostegno all’EuroPride Marsiglia 2013

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Due serate di sostegno all’EuroPride Marsiglia 2013

(Blogmensgo, 27 luglio 2013) E se approfittassi del tuo soggiorno a luglio a Marsiglia per unire l’utile il solidale al dilettevole? Per farlo, ti basterà partecipare a due serate di raccolta fondi, il 15 luglio a favore de La Maison ed il 16 luglio a favore del Refuge. Si possono anche effettuare donazioni senza essere presenti. Le spiegazioni qui sotto.

Le due serate, organizzate da Concept’ime, sono programmate al ristorante Dock of the Bay (Quartier de la Joliette – Cœur Méditerranée, 35 bd de Dunkerque, 13002 Marseille), a sostegno dell'EuroPride Marseille Méditerranée 2013 di cui MensGo è partner.

Cliccare per ingrandire. ©DR.

Cliccare per ingrandire. ©DR.

In un ambiente accogliente e confortevole, queste due serate combineranno una cena- spettacolo (animata dal gruppo pop-rock-funk Square Cat’s) a partire dalle 20.00 ed a seguire serata discoteca (con DJ Concep’time by Ben Rem).

Serata di prestigio solidale il 16 luglio a favore del Refuge, associazione ben nota ai nostri lettori (cfr. in particolare il nostro articolo del 20 maggio 2013). Per 80 € a persona, la cena di gala sarà accompagnata - con moderazione - da un cocktail aperitivo e dal vino.

Il Refuge ha più che mai bisogno di sostegno finanziario. Il recente dibattito parlamentare in Francia ha sicuramente portato ad una legge sul matrimonio gay, ma ha anche «scatenato» discorsi e comportamenti decisamente omofobi. Da qui il sovraccarico di chiamate di aiuto da parte di giovani omosessuali respinti dalla propria famiglia o stigmatizzati dal loro ambiente sociale.

La serata di gala del 15 luglio sarà dedicata a La Maison de Gardanne, centro di cura e assistenza molto avanzato nella lotta all'AIDS, che spera di raddoppiare le sue capacità entro novembre 2013 in modo da accogliere fino a 24 persone in fin di vita.

Per 50 € ad ospite, un cocktail di benvenuto ed una bottiglia di vino ogni quattro persone si potranno consumare insieme ad un ricco buffet che soddisferà le papille di ognuno.

Attenzione, è indispensabile telefonare a Benoît – il numero di posti è limitato – prima di compilare questo modulo di iscrizione (contatti telefonici indicati sul modulo in versione PDF).
Si può anche utilizzare lo stesso modulo in PDF per effettuare una donazione al Refuge, a La Maison de Gardanne o alle due associazioni ed ottenere una ricevuta per la detrazione fiscale.

Il ristorante Dock of the Bay sarà inoltre il quadro di un evento a livello mondiale, ma che dico, intergalattico ed, allo stesso tempo, disco vintage. Ci sarà, il 18 luglio 2013, la «Before & After Sheila» . Before dalle 18.00 alle 20.00 e  After dalle 23.00 alle 3.00. In altre parole, prima e dopo the concert de the star, Sheila herself, che festeggerà i suoi cinquanta anni di carriera con un concerto a Marsiglia e vedrà dedicare le sue opere filosofiche complete al ristorante Dock of the Bay.

Non si sa se Sheila offrirà un assegno alle due associazioni.

Non si sa neanche se il gruppo Indochine ha fatto una donazione all'associazione Le Refuge, ma il suo carismatico cantante, Nicola Sirkis, non esita a mettere la propria voce a servizio della lotta contro l'omofobia e la sua presenza fisica al servizio del Refuge, dove ha recentemente incontrato i giovani ospitati dalla struttura.

Indochine ha creato la polemica di questi ultimi mesi rappresentando il singolo «College Boy» con un videoclip in cui uno studente gay viene insultato e picchiato, poi crocifisso e fucilato dai suoi compagni, sotto lo sguardo assente - quindi implicitamente complice - degli altri studenti, degli insegnanti e della polizia. Subito dopo, dei religiosi arrivano sul posto per cantare quelli che si possono presumere non siano dei salmo proprio gay-friendly.

Il videoclip di «College Boy» degli Indochine:

A mio parere: eccellente videoclip in bianco e nero, che mostra bene i silenzi e l'indifferenza delle persone. La scena della fucilazione non era necessaria. Se la canzone in sé è abbastanza irrilevante (Indochine e la voce di Sirkis non appartengono al mio universo musicale), il video clip merita di essere sostenuto e trasmesso ovunque, ovunque, ovunque.
Da notare che quest'opera è firmata Xavier Dolan, vincitore del premio Lutte contre l’homophobie 2011 (cfr. l'articolo di BlogMensGo.fr del 12 aprile 2011).

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg