Francia: SOS Homophobie constata un forte aumento delle derive omofobe

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francia: SOS Homophobie constata un forte aumento delle derive omofobe

(Blogmensgo, 20 maggio 2013) Nel suo rapporto annuale pubblicato il 14 maggio 2013, SOS Homophobie dichiara di aver ricevuto 1977 chiamate e mail segnalanti atti omofobi nel 2012, ossia il 27% in più rispetto al 2011. Si tratta del più forte aumento in 8 anni di storia di tale statistica non ufficiale, precisa l'associazione francese di lotta all'omofobia.

Rapporto 2013 di SOS Homophobie: riassunto | versione PDF | versione cartacea

Il verde, il colore della disperazione. ©SOS Homophobie.

Il verde, il colore della disperazione. ©SOS Homophobie.

L’aumento del 27% costituisce una semplice media. Il numero di segnalazioni di atti omofobici su internet è più che raddoppiato, mentre la cifra è del 44% in televisione o sulla stampa. Anche i comportamenti omofobici in ambito scolastico sono aumentati del 38%. I casi di lesbofobia sono anch'essi in salita del 30%.

Percosse in famiglia o tra amici

Il numero di aggressioni fisiche è diminuito di 30 casi in confronto al 2011, ma 122 casi sono stati ancora segnalati nel 2012. Queste aggressioni avvengono per oltre metà delle volte in luoghi pubblici (165 casi) e tra i parenti.

Il dibattito parlamentare e mediatico della legge sul «matrimonio per tutti» corrisponde ad un picco del numero delle chiamate ricevute da SOS Homophobie, che è raddoppiato a ottobre e novembre e triplicato a dicembre. Gli eccessi omofobi si sono allora moltiplicati, soprattutto sui media e nei forum on line (blog, social network, forum vari) dove la tastiera offre un anonimato propizio agli abusi.

Vittime ed eterosessuali che osano testimoniare

Élisabeth Ronzier, presidentessa di SOS Homophobie, constata comunque che questo stesso dibattito ha fornito un aumento del numero delle testimonianze trasmesse e delle denunce depositate. da parte delle vittime, ma anche - fenomeno recente - da parte di testimoni eterosessuali.

Atti, insulti e aggressioni a carattere omofobi in Francia non si limitano ai 1977 casi recensiti da SOS Homophobie, la cui metodologia, la mancanza di risorse ed il silenzio di numerose vittime non permettono un censimento esaustivo.

Commento Alcuni usano come pretesto il fatto che non esista nessuna statistica ufficiale sugli atti o le aggressioni omofobe per demolire, in maniera esplicita o sottaciuta, il lavoro di SOS Homophobie. La lettura dei commenti che accompagnano l'articolo di Le Figaro è, a questo proposito, tanto rivelatrice quanto costernante.

Il ragionamento di questi coraggiosi commentatori consiste nel dire che se non ci sono statistiche ufficiali sull'omofobia, perché mai dovremmo sforzarci a sovvenzionare un'associazione che produce delle statistiche su tale argomento? Il mio ragionamento è l'opposto: poiché solamente un'associazione come SOS Homophobie è in grado di produrre statistiche credibili (malgrado il loro carattere forzatamente empirico), ebbene questo significa che i poteri pubblici sono colpevoli! Colpevoli di essere incapaci di produrre essi stessi delle statistiche veritiere (cosa che presuppone una volontà politica) e colpevoli di essere incapaci di sovvenzionare un'associazione all'altezza di bisogni e di problemi reali (anche questo presuppone una volontà politica).

Ne approfitto per ricordare, nel caso che alcuni lettori distratti l'avessero dimenticato, che qualche giorno fa, il 17 maggio 2013, è stata la Giornata mondiale della lotta contro l'omofobia. Una giornata annuale che, manco a dirlo, non potrà che gioire di qualche timido risultato qua e là.

Update. Come definire o qualificare l'omofobia? Mi viene in mente la frase di Gobineau in Les Pléiades :

La bassesse humaine connaît mille moyens de s’exercer ; tous les masques dont elle se revêt portent le semblant d’une vertu.

[la bassezza umana conosce mille modi di esprimersi; Ogni maschera di cui si riveste porta le sembianze di una virtù]

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg