Il Sud Africa adotta antiretrovirali low-cost a dosaggio unico

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il Sud Africa adotta antiretrovirali low-cost a dosaggio unico

(Blogmensgo, 11 aprile 2013) Il governo sudafricano ha ufficialmente lanciato, l'8 aprile 2013, un programma che mira a distribuire in maniere massiccia antiretrovirali a dosaggio unico. Il ministro della Sanità, Pakishe Aaron Motsoaledi, afferma che il trattamento costerà solamente 89 rand per paziente, ossia 7,50 euro (al mese, a quanto pare).

ARV: Le priorità del governo sudafricano. ©Gov.za.

ARV: Le priorità del governo sudafricano. ©Gov.za.

Ogni compressa contiene un'associazione di sei elementi, in una sola compressa al giorno. Ciò permette un significativo abbassamento dei costi logistici e permette una riduzione del prezzo. Al punto che questo ARV è «il meno caro del mondo», secondo il ministro Motsoaledi.

Il ministro precisa che la distribuzione degli antriretrovirali a dosaggio unico sarà generalizzato a partire da giugno, sotto l'anno fiscale 2013/2014. Dall'8 aprile 2013, circa 930 000 potranno beneficiarne attraverso le 3 000 cliniche pubbliche del Paese. Si tratterà in un primo tempo di nuovi casi di infezione da HIV, di donne incinte e di madri che allattano, precisa il ministro in un comunicato.

I pazienti che sono già sotto trattamento antiretrovirale a dosaggio multiplo potranno migrare verso i nuovi farmaci dopo una valutazione clinica da parte del proprio medico curante. Saranno, allora, considerati come prioritari i pazienti la cui carica virale è divenuta non rilevabile e che mal sopportano la stavudina inclusa nel loro attuale trattamento antiretrovirale.

Alla fine, i nuovi antiretrovirali saranno somministrati a circa 2,5 milioni di pazienti grazie ad un accordo con i laboratori Aspen Pharmcare, Cipla Medpro e Mylan Pharmaceuticals.

Con i suoi 6 milioni di sieropositivi (ossia l'11% della popolazione), di cui 1,9 milioni di persone sotto terapia antiretrovirale, il Sud Africa è uno dei Paesi più colpito da HIV/AIDS.

Il Consiglio sudafricano per l'AIDS (Sanac) saluta l'iniziativa, segnalando che il 70% dei sieropositivi sudafricani soffrono anche di tubercolosi e che gli antiretrovirali a dosaggio multiplo riduce l'efficacia del trattamento a causa del difficile rispetto della posologia.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg