Il Senato dell’Uruguay approva il matrimonio gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Il Senato dell’Uruguay approva il matrimonio gay

(Blogmensgo, 9 aprile 2013) I senatori uruguaiani hanno adottato, il 2 aprile 2013, una legge che modifica il codice civile, specificamente per rendere il matrimonio civile accessibile alle coppie omosessuali o eterosessuali. Il testo di legge sul «matrimonio egualitario» (matrimonio igualitario) sarà nuovamente sottomesso nell'aprile 2013 al parlamento, che l'aveva adottato nel dicembre 2012 (con 81 voti su 87) prima che i senatori introducessero un emendamento. [Update: legge approvata dalla Camera, leggere in coda all'articolo.]

Il presidente intende ratificare al più presto la legge sul matrimonio egualitario. ©Presidencia.gub.uy.

Il presidente intende ratificare al più presto la legge sul matrimonio egualitario. ©Presidencia.gub.uy.

I senatori hanno approvato il testo con 28 voti a favore e 8 contrari. Tutti i senatori della coalizione di sinistra al potere (Frente Amplio ; cfr. comunicato della sua presidentessa) hanno votato il testo, così come alcuni eletti dell'opposizione.

La futura legge darà esattamente gli stessi diritti e doveri all'insieme delle coppie sposate, che siano gay, lesbiche o eterosessuali, in materia di matrimonio, aiuto alla procreazione, adozione, filiazione, successione, ecc. L'Uruguay andrà quindi molto più avanti dei PACS (unioni civili) in vigore dal 2008. L'età minima del matrimonio sarà 16 anni per i due sposi, mentre fino a questo momento era 12 anni per le ragazze e 14 anni per i ragazzi (da qui l'emendamento del Senato).

I contratti di matrimonio, secondo i termini della futura legge, saranno tra le «parti contraenti» che potranno essere «di sesso differente o identico», e non più tra «un uomo ed una donna». Allo stesso modo le coppie potranno scegliere di dare ai propri figli il cognome di loro scelta, senza imposizione.

Il presidente José Mujica ha già fatto sapere che ratificherà la futura legge quando sarà definitivamente adottata dal Parlamento, nonostante l'ostilità delle Chiese cristiane uruguaiane.

L’Uruguay diverrà il secondo Paese dell'America Latina a legalizzare il matrimonio omosessuale, dopo l'Argentina che l'ha fatto da circa tre anni (cfr. l'articolo di BlogMensGo.fr del 18 luglio 2010). L’Uruguay ha però superato l'Argentina in materia di diritto all'adozione omogenitoriale (cfr. l'articolo di BlogMensGo.fr del 10 settembre 2009). In Uruguay, ogni persona che ha compiuto 18 anni può cambiare sesso senza incappare in problemi amministrativi. L’Uruguay e l’Argentina sono, inoltre, gli unici due Paesi sudamericani dove gli omosessuali sono ufficialmente benvenuti nell'esercito nazionale.

[Update del 20 aprile 2013. I deputati hanno definitivamente adottato la legge, il 10 aprile 2013, in seconda lettura. Dei 92 deputati, 75 hanno votato a favore del testo.

Con la ratifica – imminente – da parte del presidente José Mujica, l'Uruguay diventerà il dodicesimo Paese al mondo ed il secondo dell'America Latina, dopo l'Argentina, a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso.]

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

0 Risposta

  1. […] del codice civile che non si accontenta, banalmente, di legalizzare il matrimonio omosessuale (cfr. il nostro articolo del 9 aprile 2013, aggiornato […]

  2. […] omosessuale è stata adottata definitivamente dal senato uruguaiano lo scorso aprile (cfr. il nostro articolo del 9 aprile 2013). In precedenza, l’Uruguay aveva legalizzato le unioni civili (2008), la presenza omosessuale […]

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg