L’amministrazione Obama contro la Proposizione 8

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

L’amministrazione Obama contro la Proposizione 8

(Blogmensgo, 14 marzo 2013) L'avvocato generale Donald B. Verrilli Jr ha depositato, a nome dell'amministrazione Obama, il 28 febbraio 2013, un memorandum a favore del matrimonio omosessuale sul banco della Corte federale Suprema. Come previsto nel nostro articolo, il memorandum di 40 pagine apporta un sostegno senza ambiguità ai sostenitori del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

15 gennaio 2009, Obama in ricognizione alla Corte Suprema. ©Whitehouse.gov/Pete Souza.

15 gennaio 2009, Obama in ricognizione alla Corte Suprema. ©Whitehouse.gov/Pete Souza.

Il memorandum : qui | qui

Vietando agli omosessuali di sposarsi, la Proposizione 8 californiana «viola l'uguaglianza dei diritti» definita dal 14o emendamento della Costituzione federale, spiega il memorandum.

Anche gli altri elementi del memorandum apportano argomentazioni giuridiche. L'avvocato generale suggerisce che la Proposizione 8 fornisce al matrimonio una definizione (necessariamente tra un uomo ed una donna) che rivela, forse, più un'approssimazione che la verità, tanto più che i sostenitori del matrimonio «tradizionale» non forniscono alcuna prova che il matrimonio tra persone dello stesso sesso possa nuocere in qualche modo al matrimonio eterosessuale.

Il memorandum si concentra sulla Proposizione 8 senza menzionare la costituzionalità della legge federale sul matrimonio (Doma). In compenso, l'avvocato generale raccomanda alla Corte Suprema un «esame più approfondito» delle leggi che vietano il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

L’amministrazione Obama invita, conseguentemente – in modo indiretto e non esplicitamente – il più alto tribunale americano a determinare se vi sia discriminazione nel fatto che altri sette Stati (Delaware, Hawaii, Illinois, Nevada, New Jersey, Oregon e Rhode Island) autorizzino specificamente le coppie omosessuali ad unirsi, vietando loro, tuttavia, di sposarsi.

Commento. questo memorandum è allo stesso tempo audace ed astuto. Audace per la portata: anche se non attacca frontalmente la legge Doma, si spinge oltre qualsiasi altra posizione ufficiale di un governo americano in esercizio di potere. Audace anche perché il governo non era stato coinvolto direttamente nella questione e non aveva, quindi, alcun obbligo di depositare un memorandum. Astuto per la sua costruzione. Il memorandum non è stato emanato dal Capo dello stato, ma dall'avvocato generale, quindi si piazza non su un terreno politico, ma strettamente giuridico. E di argomentazioni giuridiche, il testo ne fornisce a sazietà. Ci sono quindi tutte le ragioni di pensare che i nove giudici della Corte federale Suprema americana prenderanno in grande considerazione questo testo audastuto.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg