I preti anglicani gay possono diventare vescovi, a condizione di rimanere casti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

I preti anglicani gay possono diventare vescovi, a condizione di rimanere casti

(Blogmensgo, 8 gennaio 2013) La chiesa anglicana britannica autorizza, dal 4 gennaio 2013, i preti gay in «pertenariato civile» (versione locale dei PACS) a diventare vescovi, a condizione di essere casti. La decisione non si applica né alle donne (che non hanno il diritto di diventare vescovi), né agli eterosessuali. In precedenza, i soli gay teoricamente suscettibili di diventare vescovi dovevano imperativamente essere celibatari non pacsati.

Non ci sono foto: Dio è amore; i suoi officianti ne sono il negativo. ©Churchofengland.org.

Non ci sono foto: Dio è amore; i suoi officianti ne sono il negativo. ©Churchofengland.org.

La decisione di accettare vescovi gay pacsati è stata presa nel dicembre 2012. «I preti [pacsati] che si conformano all'insegnamento della Chiesa sulla sessualità sono suscettibili di essere candidati all'episcopato», precisa un comunicato della Chiesa anglicana.

Gay e lesbiche possono, dal 2005, officiare come preti della Chiesa anglicana a condizione di essere allo stesso tempo pacsati e astinenti.

La decisione di accettare l'ordinazione di vescovi gay è stata variamente commentata in seno alla gerarchia anglicana: i progressisti scorgono un avanzamento, i tradizionalisti vedono un pericolo.

Commento. Una religione che vieta alle donne di ricoprire le stesse cariche e gli stessi onori di un uomo, una religione che vieta alle lesbiche di ricoprire le stesse cariche e gli stessi onori di un gay, una religione che vieta ad un vescovo gay gli stessi diritti di un vescovo sposato, una religione che vieta ai prelati o ai preti gay di vivere pienamente la loro sessualità quando i loro omologhi eterosessuali possono fornicare quando e quanto gli pare - una tale religione non è nient'altro che un vettore attivo di discriminazione, di omofobia, di segregazione, di apartheid.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg