I deputati svizzeri votano per un’adozione omogenitoriale al ribasso

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

I deputati svizzeri votano per un’adozione omogenitoriale al ribasso

(Blogmensgo, 14 dicembre 2012) Il Consiglio nazionale, camera bassa del parlamento svizzero, ha accolto il 13 dicembre 2012 una mozione intitolata "Diritto all'adozione. Stesse possibilità per tutte le famiglie." Il testo autorizza le coppie dello stesso sesso ad adottare il figlio nel coniuge.

L'elefante parlamentare ha partorito un topolino legislativo. ©2009 Béatrice Devènes / Pixsil.

La mozione ha ottenuto 113 voti favorevoli e 64 contrari. Tuttavia, limita l'adozione del figlio del partner dello stesso sesso al caso delle unioni registrate (versione elvetica dei pacs). Il Consiglio degli Stati, camera alta del Parlamento svizzero, aveva votato il 14 marzo scorso una mozione che autorizzava l'adozione da parte di persone omosessuali indipendentemente dal loro stato coniugale e dal sesso del proprio partner (cfr. l'articolo di BlogMensGo.fr del 15 marzo 2012).

Il deputato socialista Carlo Sommaruga sottolinea che secondo la commissione parlamentare preparatoria «nessuno studio scientifico serio permette di concludere che bambini che vivono in un contesto omogenitoriale o che sono stati adottati da genitori omosessuali, abbiano uno sviluppo personale negativo, cosa che potrebbe giustificare una riserva in materia di adozione omogenitoriale».

I deputati hanno adottato una versione ridotta del testo iniziale presentato ai senatori, mentre la legislazione attuale «porta a distorsioni ed a situazioni assurde», ha affermato il deputato Sommaruga. E sottolinea che «la elgge attuale è incoerente, poiché permette l'adozione individuale quando invece persone in unione registrata o in convivenza semplice non possono adottare bambini».

I socialisti e gli ecologisti hanno pienamente sostenuto la mozione, che ha invece diviso il gruppo liberale-radicale (destra) ed è stata respinta dall'UDC (estrema destra).

Il testo deve, adesso, ripassare in seconda lettura davanti al Consiglio degli Stati. Se i senatori convalideranno il testo nella sua versione attuale, gli omosessuali della Svizzera avranno il diritto di adottare il bambino del loro compagno, ma non potranno comunque sposarsi.

Commento. Cathy Ecoffoy, co-presidente dell'associazione Familles arc-en-ciel (Famiglie Arcobaleno), «accoglie con favore questo voto poiché prende atto della realtà dei bambini». Ne prendiamo atto. Ciò non toglie che sia soprattutto una legge al ribasso: le coppie registrate civilmente potranno adottare esclusivamente il bambino del partner, solamente dei single avranno, invece, la possibilità giuridica di adottare un altro bambino.

Molti deputati - e dei senatori, prima di loro - hanno esercitato contro il testo iniziale e la sua versione ridotta delle argomentazioni, a loro detta logiche, dove la nozione di "natura" giocava pensieri semplicistici. Un esempio arriva dal deputato Christian Lüscher: «La natura ha deciso che i fiumi vanno dalla fonte alla foce. Allo stesso modo, ha voluto che un bambino avesse una papà ed una mamma e non due papà o due mamme. » Prendiamo atto anche di questo. Se seguiamo il deputato Lüscher e la sua logica degna di un parco giochi, i salmoni che per deporre le uova risalgono dalla foce alla fonte, e le tartarughe che ritornano sul loro luogo di nascita per deporre - animali che vanno contro-corrente rispetto alla natura lüscheriana e questi esseri contro-natura sono di ostacolo alla logica dell'amabile deputato, la quale esclude evidentemente anche dighe, ponti ed altre strutture fluviali che la natura non aveva fornito e non saprebbe, di conseguenza, accettare.

In Francia, i deputati stanno valutando di autorizzare le lesbiche a sposarsi senza accordare loro alcun diritto alla procreazione assistita. In Svizzera, i parlamentari valutano di autorizzare i gay e le lesbiche ad adottare senza loro permettere di sposarsi. E questi due Paesi, adepti di mezze misure in materia di diritti della persona, si credono in grado di dare lezioni di democrazia al mondo intero.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg