The New Normal, la serie TV che lo Utah non vuole

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

The New Normal, la serie TV che lo Utah non vuole

Andrew Rannells (Bryan, a sx.) e Justin Bartha (David), attorniati dalla mamma in prestito e da sua figlia. ©NBC

(Blogmensgo,6 settembre 2012) A partire dall'11 settembre 2012, il colosso televisivo NBC e i suoi canali locali trasmetteranno in tutti gli Stati Uniti, ad eccezione dello Utah, una sit-com molto gay-friendly intitolata The New Normal. Il canale KSL-TV, partner della NBC in questo stato, giustifica il proprio rifiuto invocando scene troppo esplicite, un linguaggio troppo cruento e personaggi troppo inquietanti.

The New Normal : sito ufficiale | pagina Wikipedia

La sit-com racconta la storia di una coppia gay, Bryan e David, che vogliono avere un figlio grazie ad una madre surrogata. Il casting è molto friendly, poiché il co-sceneggiatore e co-produttore, Ryan Murphy, è colui a cui si devono le serie Glee e Nip/Tuck, oltre ad essere lui stesso apertamente gay. E l'attrice Ellen Barkin, che interpreta la mamma della madre surrogata, ha chiesto pubblicamente su Twitter come mai una coppia gay con un figlio sarebbe più scioccante per i telespettatori dello stupro e dell'infanticidio nella serie Law and Order.

Si è trattato soprattutto di ribattere ad un comunicato del collettivo ultraconservatore One Million Moms che esigeva, in nome dei valori della famiglia, la cancellazione dalla programmazione della serie TV, o almeno la non programmazione su un canale in chiaro.

Ellen Berkin ha ri-twittato, il 26 agosto, un messaggio molto polemico (vedi screenshot qui sopra) appellandosi all'uragano Isaac perché "gettasse tutti questi bastardi pro-vita, antieducativi, misogini, xenofobi, anti-gay... direttamente nell'oceano". Il messaggio era implicitamente rivolto ai delegati alla convention repubblicana che si stava per tenere in Florida.

Il canale KUCW, anch'esso partner della NBC nello Utah intende diffondere The New Normal nel weekend nel caso in cui KSL-TV persistesse nel rifiuto.

Commento. Il canale KSL-TV è indirettamente di proprietà della Chiesa mormone. Mitt Romney, candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti, è un mormone militante.

Sicuramente non ci sono legami tra queste due constatazioni. Solo i timori per quello che diventerebbe un paese se dovesse essere guidato da un uomo infervorato da Dio quanto George W. Bush e Osama Bin Laden messi assieme.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg