Fondo anticrisi per le coppie gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Fondo anticrisi per le coppie gay

Oltre sei milioni di euro per il Fondo

(BlogMensGo 31 gennaio 2012) A Milano il fondo esteso alle coppie di fatto.

La giunta Pisapia ha deciso: con due delibere che modificano i criteri di assegnazione del Fondo anticrisi (oltre sei milioni di euro per favorire l’occupazione di giovani e imprese e il reddito delle famiglie), facendo in modo che anche coppie di conviventi e coppie omosessuali possano usufruire di agevolazioni per l’affitto e in caso di perdita del lavoro, e eliminando il limite minimo di cinque anni di residenza in città. Il che anticipa il registro delle Coppie di fatto, previsto per l’anno in corso.

Pisapia ha così dichiarato: “è un dovere da parte delle istituzioni» aiutare tutte le coppie, sia quelle sposate sia quelle legate da vincoli affettivi, che si trovano in uno stato di difficoltà. A me sembra assolutamente normale che là dove ci siano soggetti bisognosi il Comune faccia tutto quanto possibile, usando anche quelle disponibilità che oggi ci sono. Sono contrario a qualsiasi discriminazione, lo sono stato nel passato, lo sono nel presente e lo sarò nel futuro. Chi ha bisogno e chi è legato da vincoli affettivi e si trova in stato di difficoltà come chi è sposato deve essere aiutato nei momenti più difficili ed è  un dovere da parte delle istituzioni”.

Non mancano le polemiche anche all’interno del centro sinistra. Marco Cormio, consigliere cattolico del PD ha infatti contestato: “La giunta non ha rispettato il consiglio comunale”. Pare infatti che le modifiche avrebbero dovuto passare prima per l’aula, e infatti Cormio prosegue: “La giunta ha fatto bene a presentare questa delibera, ma è stato fatto un errore di valutazione. Forse la giunta si è dimenticata di fare un passaggio preventivo in commissione. C'è stata una mancanza di correttezza istituzionale”.

Non desta stupore, invece che la testa “Avvenire” accusi il provvedimento di essere anticostituzionale. Ma Pisapia ribatte: “Forse di Costituzione ne capisco più io”.  Fortunatamente anche l’'assessore Pierfrancesco Majorino non indietreggia e dichiara: “Non ci sarà nessun passo indietro. Magari ci sarà un arricchimento sul numero dei componenti dei nuclei familiari. Ma i principi non li mettiamo in discussione”.

 Giorgio / MensGo

Fonte: ilpost.it e milano.corriere.it

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg