La Chiesa e i gay in Italia e nel mondo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Chiesa e i gay in Italia e nel mondo

Chiesa LGBT

Believe in gay © NO VAT- Facciamo Breccia

(BlogMensGo, 18 ottobre 2011) Risulta ormai sempre più evidente il divario tra l’Italia e gli altri Paesi occidentali per i diritti della comunità LGBT.

Mentre all’estero la discriminazione per orientamento sessuale e l’omofobia sono vietate dalla legge, nel Belpaese si fatica e si arranca da anni per avere una legge simile, nonostante sia imposta dalle regole dell’Unione Europea.

Mentre Torino si prepara ad accogliere la conferenza europea dell’ILGA – la più grande ed importante associazione internazionale LGBT -, il centro cattolico di Bioetica dell’Arcidiocesi della città rivendica il diritto alla curabilità della malattia omosessuale… roba da Medioevo…

Mentre in Polonia, nelle recenti elezioni politiche, viene eletta in Parlamento una transessuale, in Italia si cerca di screditare gli avversari politici pubblicando sui quotidiani dei, veri o presunti che siano, incontri con qualche trans.

E sempre per tornare alle tesi cattoliche sulla malattia da curare chiamata “omosessualità” e all’avversione della classe politica italiana per i diritti dei cittadini LGBT, cosa ne diranno le gerarchie nostrane del fatto che in Danimarca il ministro per l’eguaglianza e gli affari ecclesiastici riformerà il diritto canonico per concedere ai gay i medesimi diritti matrimoniali del resto della popolazione?

E del fatto che negli Stati Uniti la chiesa presbiteriana, che ha oltre due milioni di fedeli, ha ordinato ministro un omosessuale dichiarato? E non è certo la prima o la sola confessione protestante a screditare le teorie su cuila ChiesaCattolicacontinua ad arroccarsi.

D’altra parte non dimentichiamoci, mai, che la Congregazione per la dottrina della fede ha dichiarato nel 1992 che “non vi è un diritto all’omossessualità, che pertanto non dovrebbe costituire la base per rivendicazioni giudiziali” e che si è battuta strenuamente contro la proposta francese della depenalizzazione universale dell’omosessualità.

Giorgio / MensGo

Fonte: LaStampa.it.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg