Yoann Lemaire affronta nuovamente l’omofobia nel calcio

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Yoann Lemaire affronta nuovamente l’omofobia nel calcio

(Blogmensgo, blog gay dell'11 gennaio 2018) il 17 maggio 2018, per celebrare la Giornata mondiale della lotta contro l'omofobia, uscirà in anteprima un documentario sull'omofobia firmato dall'attuale presidente dell'associazione Foot Ensemble ed ex calciatore gay Yoann Lemaire, che rimane, a 35 anni, uno dei pochi calciatori francesi ad aver rivelato al propria omosessualità al pubblico – e che per questo motivo è stato licenziato dal FC Chooz, club amatoriale nel quale giocava come libero (difensore centrale).

Il documentario di Yoann Lemaire, girato da Michel Royer, è in fase di ultimazione. Questi 52 minuti saranno ufficialmente pronti per la Coppa del mondo di calcio che si terrà in Russia (Paese talmente omofobo) dal 14 giugno al 15 luglio 2018.

Qui sotto, Yoann Lemaire racconta (con i sottotitoli in francese) il suo percorso da combattente negli stadi. Combattente, come si vede dalla sua reputazione e dal suo sguardo, cosa che gli omofobi immaginavano piuttosto incompatibile con l'omosessualità…

Yoann Lemaire e Michel Royer sono riusciti a finanziare il loro documentario grazie ad un crowdfunding  e a delle sovvenzioni. La lista dei loro sostenitori è lunga e  comprende Olivier Giroud e Petr Čech réunis, due giocatori dell'Arsenal. Il documentario, col il patrocinio del Ministero per gli Sport, è stato sostenuto dalla Federazione francese di calcio, dalla Lega del calcio professionistico e dalla Variétés Club de France (di cui uno dei membri è Yoann Lemaire).

I due documentaristi si sforzano di spiegare e smantellare i meccanismi omofobi negli stadi, sia che si limitino alle parole (atteggiamenti, insulti e fischi) o che aggiungano i gesti alle parole (mimica, gesti di disprezzo, aggressioni fisiche). L'obbiettivo ultimo, comprendendo meglio i meccanismi dell'omofobia, è di combattere meglio questa piaga in campo, negli stadi e tra i telespettatori.

Nonostante l'esiguità di mezzi e di budget, Lemaire e Royer hanno ottenuto le testimonianze di almeno cinque campioni del mondo francesi del 1998: Didier Deschamps, attuale selezionatore della squadra francese, il suo predecessore Laurent Blanc, il super friendly Lilian Thuram, così come Fabien Barthez e Christian Karembeu. Altri due ex-giocatori della nazionale francese, Alain Giresse e Luis Fernandez, compaiono tra gli intervistati.

Questo documentario sull'omofobia nel mondo del calcio inciterà altri giocatori a far coming out? Niente di meno sicuro. Poiché Yoann Lemaire rimane persona non grata per gli attuali dirigenti del FC Chooz – gli stessi che lo hanno costretto a cambiare squadra 7 anni fa.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg