17 Maggio, buoni sentimenti e mezze misure: una convivenza alla francese

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

17 Maggio, buoni sentimenti e mezze misure: una convivenza alla francese

(Blogmensgo, blog gay del 25 maggio 2017) Cosa resterà in Francia della giornata del 17 Maggio? Secondo la tradizione, degli annunci che vanno talvolta nella giusta direzione quando non sono contraddetti dai fatti o schiacciati dal peso del tempo (a fare niente). Tra speranze di una maggiore apertura sociale e la disperazione di subire ancora dogmi di altre epoche.

Philippe Besson dice la verità… immaginaria. ©julliard.fr

Buone notizie: Philippe Besson, ha vinto il premio Maison de la presse

Lo scrittore francese Philippe Besson ha ottenuto, il 17 maggio 2017 il premio Maison de la presse per il libro Arrête avec tes mensonges (Julliard, 2017, 198 pagine, 18 €). Non uno dei suoi soliti romanzi, ma un'opera di auto-fiction dove lo scrittore racconta la sua storia d'amore, all'età di 17 anni, con un certo Thomas.

L'aver vinto, il 17 maggio, il premio Maison de la presse da parte di uno scrittore dichiaratamente omosessuale è una semplice coincidenza. Il fatto che il libro sia dedicato «alla memoria di Thomas Andrieu (1966-2016)» non è un caso! In compenso, non possiamo che rallegrarci dell'ottima accoglienza che ha ricevuto il libro da parte della critica, del grande pubblico e dei librai. Al mio migliore amico eterosessuale, lui stesso libraio, è molto piaciuto questo libro – così come le precedenti opere dello stesso autore.

Cose buone e altre meno buone: Les Engagés, prima webserie LGBT di France Télévision

E' un libraio uno dei due personaggi principali della webserie Les Engagés, il cui primo episodio è stato trasmesso il 17 maggio 2017. Gli altri nove episodi sono in programmazione su cinque settimane, uno al mercoledì e l'altro al venerdì.

Riassumendo, si tratta della storia di un libraio e attivista gay, Thibault (Éric Pucheu), 28 anni, che reincontra Hicham (Mehdi Meskar ), 22 anni. Thibault milita in un centro LGBT di Lione (il Point G, associazione e luogo fittizio che ricordano molto quello conosciuto dal creatore e sceneggiatore della webserie, Sullivan Le Postec). Hicham crede di potersi ritrovare grazie a Thibault, ma sarà Thibault a trovare sé stesso attraverso Hicham.

Dieci episodi (pagina Facebook) da 10 minuti ciascuno, diretti da Jules Thénier e Maxime Potherat. Guardando il primo episodio - non disponibile in Italia - ho notato due cose: primo, è la prima volta da anni che guardo un episodio di una serie interamente; secundo, non mi sono annoiato.

Vedrò il secondo episodio? Mi stupisco di me stesso rispondendomi di sì. 🙂

Certo, l'episodio non dura che 10 minuti. Ma l'intreccio è accattivante ed i personaggi credibili (il giovane Hicham, inoltre, è carino). Menzione speciale all'invitante musica del film.

La cosa meno buona è che questa webserie non è che una webserie: anche se sta beneficiando della trasmissione su TV5 Monde, non è destinata alla diffusione su nessuno dei canali TV pubblici del gruppo France Télévisions. Solo una breve apparizione, quasi nascosta. Ma è già un inizio…

Brutte notizie: un omofobo al governo

Il governo del Primo Ministro Édouard Philippe conta un ministro sostenitore della Manif pour tous. Non insozzeremo questo blog citando il suo nome. Ecco come inizia, in modo poco friendly, il mandato del presidente francese Emmanuel Macron.

Non resta che sperare nella realizzazione delle promesse elettorali in materia di procreazione assistita (PMA), tra le altre. Un mandato di cinque anni per realizzarle.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg