Bambi davanti all’obiettivo Sébastien Lifshitz

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Bambi davanti all’obiettivo Sébastien Lifshitz

(Blogmensgo, 4 luglio 2013) E' uscito in Francia il 25 giugno 2013, il dvd di Bambi, nuovo film di Sébastien Lifshitz, trasmesso dalla televisione francese due volte nel giugno 2013 e già vincitore a Berlino di un Teddy come miglio documentario. Bambi? Tranquilli, non ha niente a che vedere con la Disney.

Bambi. ©Epicentrefilms.com.

Bambi. ©Epicentrefilms.com.

Bambi (siti ufficiali) : il documentario | l’artista

Bambi, o pittosto la Bambi, poiché si tratta della più celebre persona transessuale di Francia. Nato Jean-Pierre nel 1935, è diventata Marie-Pierre nel 1958dopo un intervento di riassegnazione di genere. E con il nome d'arte di Bambi, ha ballato nei cabaret trans parigini, tra cui il Carrousel de Paris nei decenni '50 e '60.

Si è scelta come pseudonimo Bambi in scena e Marie-Pier Ysser nella vita, Ysser come riferimento alla sua città di nascita algerina Issers. Poi Bambi ha lasciato i suoi costumi di scenaper indossare la più austera tenuta da insegnante di francese.

E' con il nome Marie-Pier Ysser che l'ho ritrovata recentemente leggendo il tomo V del Journal (1980-1993) di Jacques Brenner. Libro fortemente contestabile, dove Brenner evoca l'eccellente qualità di un manoscritto di Marie-Pier Ysser rifiutato da tutti gli editori dell'epoca (ma forse la memoria mi inganna e non riesco a ritrovare il passaggio in questione nella chilometrica opera di Brenner che mi sono costretto a leggere fino alla fine).

Bambi è riapparsa più recentemente sul mio radar «culturale» nella trasmissione Tout le monde en a parlé, dove Thierry Ardisson intervista vecchie glorie effimere o più durevoli.Tra le quali Bambi, la cui intervista è stata ritrasmessa nel 2012, su un canale della TNT, nel cuore della notte.

Non mi ricordo più se Bambi si è presentata come Marie-Pier Ysser o come Marie-Pierre Pruvot, cognome di nascita di cui si è di nuovo riappropriata. In ogni caso, l'intervista è stata appassionante dall'inizio alla fine. Grazie al talento di intervistatore di Ardisson, ma anche grazie al magnetismo di Bambi, alla sua lucidità, alla sua eloquenza e soprattutto un'intelligenza, un'indipendenza ed un talento oratorio eccezionali.

In breve, il documentario di  Sébastien Lifshitz è uscito il25 giugno in dvd. Vi si potrà trovare senza dubbio, come nell'intervista di Ardisson, un evocazione truculenta del boom del dopoguerra, anni laboriosi di soffocante conformismo che non lasciavache un debole margine alle persone che venivano chiamate marginali mentre diventava la norma quello imposto dalla maggioranza (quella guidata da pastori senza scrupoli né finezza).

E' in questocontesto che Bambi troverà la sua via, o piuttosto traccerà il suo cammino secondo la propria linea di condotta, quella del talento e dell'orgoglio di essere diventata quella che tutti oggi pensano di essere: né uomo diventato donna, né un(a) transessuale, ma semplicemente una donna.

Da notare che ildocumentario ed il dvd sono distribuiti da Épicentre Films, uno dei rari marchi del settore che offre un'informazione di qualità a proposito dei film che promuove. Anche il comunicato stampa fornisce una lunga ed appassionante intervista a Sébastien Lifshitz, oltre ad inserire tutti gli elementi segnaletici necessari. Épicentre Films arriva ad offrire una locandina del film (quella utilizzata qui sopra) in alta definizione.

Traduzione da un articolo originale di Philca di MensGo.Fr.

Giorgio / MensGo

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg