Amministrative del 6 e 7 maggio: pochi i candidati gay

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Amministrative del 6 e 7 maggio: pochi i candidati gay

Il 6 e il 7 maggio in oltre 700 città italiane medio-piccole si votano le amministrative. nulla di strano, fin qui; quello che sorprende è il basso numero di candidati gay a rappresentare il mondo glbt, proprio in un momento in cui il sostengo politico alle lotte e alle iniziative in vita in questo momento storico sarebbe di vitale importanza.

Nel corso dei dibattiti elettorali accesi per l'occasione non stupisce una più o meno diffusa dei candidati del Pdl, mentre le varie sedi Arcigay stanno spingendo, col favore di personalità politiche schierate o comunque pronte a spalleggiare il movimento, in sedi come Palermo, Genova, Rovigo, Cuneo e Como.

Mentre in città come Camaiore, Milano e Verona le candidature hanno maggior spessore, delinenadosi proprio all'interno di Gaylib, Arcilesbica e Arcigay.

Ci accodiamo all'appello di Gay.it, fonte di questo articolo, che dichiara "Quelle del 2012, al di là di come andrà il voto, possono già essere raccontate come le amministrative dell'invisibilità: nei comuni di piccola o media dimensione il valore della visibilità lgbt sembra appartenere soltanto a rari militanti gay. Proprio per questo la loro visibilità  coraggiosa andrebbe premiata con il voto".

Giorgio / MensGo

Fonte: gay.it

0 Risposta

  1. […] This article has been translated from our Italian blog, to view the original, click here. […]

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg