La Rai censura matrimonio gay in una serie TV

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

La Rai censura matrimonio gay in una serie TV

Il matrimonio censurato

(Blog MensGo, 7 settembre 2011) Niente matrimonio omosessuale nella serie tedesca "Un ciclone in convento"

In Germania i matrimoni omosessuali si celebrano dal 2001, e la serie tv “Un ciclone in convento”, di produzione tedesca e in onda in Italia su RaiUno dal 2004, li inserisce nella narrazione con estrema disinvoltura, raccontando il matrimonio tra due uomini in una puntata dal titolo “Romeo e Romeo”.

In Italia, invece, la situazione è ancora drammatica, dunque si ricorre ancora al medievale strumento della censura: l’episodio viene brutalmente omesso, sostituito con uno meno scandaloso. Così inj Italia non vedremo la cerimonia nuziale tra lo scenografo Gerhard Scharf e l'insegnante Günther Reichert, uno in completo bianco e l’altro in nero, officiata dal sindaco e musicata dai cori delle suore, seguita dal lancio del riso e da una romantica fuga a bordo di un calesse. In Germania, invece, l’episodio è andato regolarmente in onda in prima serata.

Del resto la Rai non è nuova a episodi di questo genere: I segreti di Brokeback Mountain non era sfuggito alle sforbiciate della censura – era stato tagliato un bacio tra i due protagonisti gay, mentre scene di sesso eterosessuale erano rimaste intatte. Dopodiché è toccato anche al canale RaiMovie su digitale terrestre, che ha eliminato tutti i baci gay dai programmi del suo palinsesto.

Non sono ovviamente mancati i commenti di disappunto delle varie personalità a favore delle unioni omosessuali; il presidente di Equality Italia, Aurelio Mancuso ha così commentato: "La decisione di censurare la puntata è stata presa da Rai 1, ovvero Rai Vaticano, la rete più vicina alle gerarchie cattoliche", mentre l'On. Concia sferra un attacco politico: "La Rai nelle mani del centrodestra, lontana anni luce dal sentimento degli italiani".

Giorgio / MensGo

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This Blog will give regular Commentators DoFollow Status. Implemented from IT Blögg